MotoGP Misano. Dovizioso "pensiamo alla moto dell'anno prossimo."

A Misano le Ducati incassano 40 secondi di distacco dal vincitore Jorge Lorenzo, ormai si guarda al 2014.

MotoGP Misano 2013 - Gara

Andrea Dovizioso, dopo le qualifiche di ieri, aveva dichiarato di sperare in un sesto posto: è arrivato 8°, ma il problema non risiede tanto nella posizione ma nel gap che divide le Ducati dal gruppetto dei primi. Il Dovi ha preso +42.702 secondi dal vincitore Jorge Lorenzo e ben 11 dal suo predecessore Alvaro Bautista. Un abisso difficile da colmare, perlomeno quest'anno. E a Borgo Panigale si guarda, giocoforza, al 2014: domani test privati a Misano, poi altre cinque Gran Premi da disputare alla meno peggio cercando di accumulare informazioni preziose in vista della prossima stagione.

Partenza sbagliata, posizioni perse, Honda e Yamaha (anche clienti), irraggiungibili: il forlivese e il suo compagno statunitense hanno nuovamente condotto una gara a sé, allietata dalla compagnia della Ducati clienti di Michele Pirro. Ecco il commento di Dovizioso al termine della gara:

“Ovviamente non possiamo essere soddisfatti del risultato. Ho sbagliato la mia partenza, purtroppo davanti a me c’era Espargaro che, partendo in anticipo, mi ha disturbato un po’. Ho perso molte posizioni e alcuni secondi nei primi giri, perché eravamo in tanti nelle curve lente e cercavamo di sorpassarci a vicenda, e quindi è stato un inizio di gara piuttosto complicato. Poi ho cominciato a fare il mio passo, ho raggiunto Nicky e l’ho passato: credevo però di poter fare un passo più veloce ma non avevo un gran feeling con l'anteriore della mia Desmosedici. Peccato, perché speravo proprio di poter lottare per qualche posizione più avanti.”


Gli fa eco Nicky Hayden, 9°, ormai partente e con un possibile futuro sulla Aprilia del team Aspar, sempre che non decida di rimanere in Ducati nel Mondiale Superbike:

“Tutto il weekend è stato duro, e non è certo andata meglio oggi in gara. Alla partenza ho visto, con la coda dell’occhio, Espargaro scattare in anticipo ed ho ritardato un attimo. Ho perso alcune posizioni prima di arrivare alla prima curva ma sono stato capace di recuperare abbastanza velocemente. Dopodiché è stata davvero una gara difficile, ho avuto problemi nei cambi di direzione e in frenata. Stavo lottando con Dovi e, alla fine del rettilineo lungo, ho perso il posteriore e sono uscito dal tracciato, continuando gli ultimi giri praticamente da solo. Ho fatto due errori, uno all’inizio ed uno durante la gara, ed entrambi mi hanno penalizzato. Il mio passo non è stato dei migliori per tutto il weekend, ed è un peccato perché il team sta lavorando duramente.”

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: