Motoblog intervista Andrea Dovizioso: "contento ma con i piedi per terra. La Moto2? Non mi piace"

Motoblog intervista Andrea Dovizioso

"Sono molto contento del lavoro del team e del risultato in Qatar ma restiamo con i piedi per terra". Così ci risponde Andrea Dovizioso (a Treviso per la presentazione di un negozio di abbigliamento) quando gli chiediamo quali siano le sue prospettive per la stagione, dopo l'ottimo risultato in Qatar. Troppo presto per esultare, insomma, ed è comprensibile visto che la Honda arriva da una stagione zoppicante e da test invernali che non facevano sperare nulla di buono.

"Peraltro la Yamaha va molto bene, dobbiamo recuperare parecchio rispetto a loro. A Losail, per esempio, non me la sarei potuta giocare con Valentino, io ero al limite ad ogni curva. Resto fiducioso sul lavoro che sta facendo Honda e continueremo a lavorare sia sul motore che sulla stabilità in inserimento di curva, sul freno motore e altre cose".

"Rispetto allo scorso anno siamo riusciti a mantenere la stessa potenza del motore e questo è un ottimo risultato, considerando che abbiamo solo 6 motori per stagione e ci devono durare. Abbiamo cambiato il bilanciamento dei pesi, dobbiamo ancora lavorare ma il risultato al momento sembra esserci". Sicuramente c'è stato sulla sua moto, mentre rispetto al suo compagno di squadra Pedrosa, il gap è evidente: "non so spiegarmi il risultato di Dani; lo scorso anno aveva problemi fisici ma ora li ha superati perciò non so come mai non sia riuscito ad arrivare meglio in Qatar".

Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso

"Nello sviluppo della moto siamo completamente condizionati dalle gomme: non si adatta più la moto al pilota ma la moto alle gomme. Hanno un altissimo potenziale che va sfruttato ma bisogna capire come, sono molto diverse dalle Michelin quindi tutta la nostra esperienza va messa da parte."

Le ultime parole dell'intervista che Dovizioso ci ha concesso le ha dedicate alla Moto2, specialmente in rapporto alla vecchia 250 di cui ha un ricordo ancora molto vivo: "non mi piace molto la Moto2. E' vero che c'è più spettacolo in pista ma per i piloti è frustrante girare su tempi che in media sono a 4 secondi di quanto giravano le 250. Hanno 20 cavalli in meno della Supersport, quindi non vanno proprio! Non credo che possa essere una classe propedeutica alla MotoGP".

Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso
Motoblog intervista Andrea Dovizioso

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: