MotoGP: il Team Gresini ottimista in vista dell'esordio a Losail

Team Gresini test Losail

Mancano pochi giorni all'inizio di un nuovo capitolo della storia del Motomondiale, che per la terza volta comincerà fra le stelle della notte desertica di Doha. Il team Gresini è uno di quelli che più sta lavorando, e più avrà da lavorare, per poter ottenere una prestazione di rilievo, a causa di una serie di test invernali semplicemente catastrofici, con piloti e team che non trovano feeling con il mezzo e non sanno più dove sbattere la testa.

Se la gara di Losail ha sempre portato risultati medio-alti per Fausto, quest'anno sarà difficile ripetere le performance degli scorsi campionati: le difficoltà iniziali non sono state risolte a causa dei pochissimi giorni di test ufficiali, con Marco Melandri e Marco Simoncelli che mai sono riusciti a concludere le giornate con un quadro completo, in più le due cadute di SuperSic, da mettere in conto per un rookie, hanno rallentato il suo imprinting con la ostica RC212V 2010.

"La pista di Losail in Qatar mi piace molto e poi correre di sera ha il suo fascino. I test non sono andati molto bene però abbiamo ancora qualcosa da provare e confido nel ritmo di gara."
ha dichiarato Marco Melandri, con una punta di ottimismo

Team Gresini test Losail
Team Gresini test Losail
Team Gresini test Losail
Team Gresini test Losail

"Io credo che molti piloti faticheranno di più rispetto ai test e forse noi riusciremo addirittura a migliorare un pochino e quindi spero di fare una discreta qualifica ed in gara inserirmi in un buon gruppetto facendo un ritmo di gara che mi permetta di ottenere un buon risultato. In Qatar ho fatto spesso buoni risultati, anche se la moto era ancora molto acerba come nel 2007, e per questo motivo credo di poter fare una bella gara anche quest´anno pur arrivando da test difficili perchè molte volte abbiamo migliorato rispetto alle prove invernali. La pista mi piace e si adatta al mio stile di guida quindi sono ansioso di vedere come andrà a finire." conclude Macio

Marco Simoncelli: "Speravo di arrivare più tranquillo al debutto in MotoGP però non lo sono perchè i test non sono andati nel migliore dei modi soprattutto a Sepang. Dobbiamo lavorare e in questa pausa abbiamo riordinato un pò le idee e qualche soluzione su come intervenire siamo riusciti ad individuarla. Inoltre confidiamo nel lavoro che avrà fatto la Honda in Giappone e speriamo che ci portino qualche novità importante.

Però vado in Qatar decisamente fiducioso senza avere, chiaramente, l´ambizione di vincere la prima gara ma convinto di poter
migliorare sensibilmente il risultato dei test. La pista di Losail non mi dispiace, no la adoro ma riesco a guidare sul circuito del Qatar con estremo piacere.. Mi preoccupa un pò la guida notturna per l´umidità che cresce dopo una certa ora quando le curve a sinistra diventano alquanto pericolose e forse anticipare la gara di un´ora poteva essere una soluzione interessante. Se così non fosse ci adatteremo senza problemi e cercheremo di portare a casa il miglior risultato possibile.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: