General Motors EN-V: la mobilità del futuro fra auto e moto

General Motors EN-V: fra auto e moto

In parte auto e in parte moto questa EN-V firmata General Motors. Il progetto rappresenta una proposta per la mobilità urbana sostenibile ed integrata, dove i veicoli a trazione elettrica sono connessi tra loro per ottimizzare i flussi del traffico. General Motors ha presentato 3 varianti del prototipo EN-V: Jiao (Pride) disegnato dal team GM Europe in colore rosso, Miao (Magic) disegnato dal centro Design Californiano in colore nero e Xiao (Laugh) disegnato dal centro stile Australiano della Holden in colore blu.

Secondo GM, nel 2030 il 60% della popolazione mondiale vivrà in aree urbane e questo richiederà una totale rivisitazione dei sistemi di trasporto. EV-N nasce con lo scopo di risolvere questi problemi: 2 posti, propulsione elettrica, facilità di parcheggio ed ottimizzazione del traffico attraverso il continuo scambio di dati tra veicoli, azzerando il rischio di incidenti ed eliminando le emissioni nocive. Grazie al GPS la vettura seleziona il percorso ottimale anche in base al congestionamento delle strade ed una connessione wireless integrata consente ai passeggeri di comunicare tra loro durante il viaggio.

La vettura è dotata di due ruote, ognuna dotata di un motore elettrico che funziona anche da stabilizzatore: grazie alla forma del pianale lo spazio disponibile è quello di un veicolo molto più grande, pur con ingombri ridotti ad un terzo. I comandi sono interamente “by-wire”, quindi il veicolo può essere pilotato oppure muoversi autonomamente grazie al computer di bordo, inoltre la disposizione delle ruote consente anche inversioni di marcia sul posto.

General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto

Le batterie al litio consentono una autonomia di 40 km e la ricarica prevede un sistema intelligente per ottimizzare i costi energetici in base agli orari ed alle tariffe disponibili. I motori funzionano anche da freni, attivabili sia dal pilota sia autonomamente, ad esempio per l’evitamento di un pedone, grazie ai sensori montati a bordo. La vettura è lunga 1,5 metri e pesa meno di 500 kg, grazie all’uso di fibra di carbonio e resine plastiche di derivazione agonistica.

General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto
General Motors EN-V: fra auto e moto

  • shares
  • Mail