James Toseland: "Poca fortuna, ma quanto prima tornerò a lottare per la vittoria"

James Toseland

La tappa di Portimao per la Yamaha ha significato un piccolo ma importante passo in avanti, testimoniato dalla bella prova di Cal Crutchlow e dal velato ottimismo di James Toseland. "L'ultimo week end si Superbike è stato dolce amaro per me." - Ha dichiarato il pianista di Sheffield.

"Abbiamo lavorato bene tutto il fine settimana e la moto sembrava andare alla grande. Abbiamo risolto i problemi che ci hanno bloccato a Phillip Island riuscendo a renderci competitivi con i nostri rivali più agguerriti. Sfortunatamente sabato ci siamo fermati nella Superpole 2 e ci siamo ritrovati con un sacco di lavoro da fare a 24 ore dalla gara."

E ancora: "Il mio compagno di squadra Cal Crutchlow ha dimostrato il passo di gara che la Yamaha R1 è capace di mantenere oltre a qualificarsi con un tempo incredibile. Purtroppo per me si tratta di una grossa occasione persa."




"Sono cose che succedono nello sport, nelle gare. Ho spinto un po' troppo ed ho sbagliato. Però so per certo che siamo competitivi con gomme da gara e che se riesco a partire da una buona posizione posso lottare per il vertice."

"Gara 1 è stata una dura battaglia fin dalla partenza. Nella seconda manche ho sbagliato nuovamente allo spegnersi dei semafori rossi. E' incredibile quanto sia importante cominciare bene per ottenere un risultato importante. In ogni caso posso dire di essere felice. So che è solo una questione di tempo: presto tornerò a lottare con i migliori e a vincere gare."

"Spero solo che questo avvenga quanto prima. Il campionato quest'anno è duro, difficile ed equilibrato. Già dalla prossima tappa, quella di Valencia, tenterò di essere veloce sin dal venerdì, il sabato nella Superpole, sperando in una gara un po' più fortunata. Haslam non è poi così lontano. Non vedo l'ora che arrivi il round spagnolo."


via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: