Papà Andrea Dovizioso si confessa: "Più forti dello scorso anno, ma per battere Valentino..."

MotoGP-test Sepang-Dovizioso e Pedrosa

Al secondo anno di militanza nel team Repsol Honda, Andrea Dovizioso sta cercando in tutti i modi di sfruttare al massimo i test precampionato per poter lottare al vertice nella ormai imminente stagione 2010. Una trasferta malese più che soddisfacente ma che sottolinea come tra il binomio Dovi-RC212V ed il top della MotoGP ci sia ancora un gap da colmare. E al più presto.

Andrea a metà dicembre è divenuto papà della piccola Sara.“Diventare padre è stata un'esperienza fantastica. Sinceramente quando sono in pista non ci penso, la cosa non condiziona affatto, né in negativo né in positivo, le mie prestazioni.” - ha dichiarato il Campione iridato della 125. "Il campionato non è ancora cominciato, ma so che quando sarò spesso lontano da casa mi mancherà moltissimo. Cercherò, appena possibile, di trascorrere più tempo con mia figlia e con sua madre."

Dopo un 2009 un po' travagliato, il nuovo anno potrebbe portare nuove soddisfazioni a Dovizioso grazie anche al notevole sforzo tecnico fatto in inverno dalla Honda. “I miglioramenti ci sono stati e sono notevoli. Devo dire grazie alla Honda, anche se dobbiamo cercare di essere ancora più veloci. Abbiamo cambiato alcune cose, tra le quali anche la posizione di guida, una delle cose più banali ma allo stesso tempo importanti. Ci è stato inviato del materiale e altro ci perverrà prossimamente”

MotoGP-test Sepang-Dovizioso e Pedrosa
MotoGP-test Sepang-Dovizioso e Pedrosa
MotoGP-test Sepang-Dovizioso e Pedrosa
MotoGP-test Sepang-Dovizioso e Pedrosa

MotoGP-test Sepang-Dovizioso e Pedrosa
MotoGP-test Sepang-Dovizioso e Pedrosa

“Ora ci aspettano i test del Qatar. Le evoluzioni della Bridgestone ci condizionano molto anche nello sviluppo della moto e se vogliamo vincere dobbiamo assolutamente tenerne conto. Mi trovo molto bene con le nuove Ohlins, la moto è molto diversa da quella dello scorso anno, ma sicuramente abbiamo risolto un sacco di rogne.”

Le peculiarità della RC212V 2010: “E' più facile da guidare, è più bilanciata anche se ancora ci sono aspetti da limare. Bisogna essere veloci per raggiungere e battere Valentino Rossi."

I rookies 2010, gli italiani nella classe regina, l'attesissimo Spies: "Ben lo conosco e so che è un pilota veramente tosto. Il risultato ottenuto all'esordio a Valencia con la M1 non mi ha stupito affatto. Quest'anno ci sarà anche Marco Simoncelli. Il fatto che ci siano 5 italiani nella categoria a due ruote più importante del mondo non può che rendere onore al nostro paese"

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: