Luca Scassa ed Assen: il suo primo punto mondiale

Luca Scassa ha conquistato il primo punto mondiale del 2009

E' direttamente dal suo sito che Luca Scassa ci racconta le emozioni vissute sullo storico tracciato di Assen. Ed il “leone di Arezzo” ne ha di vissute di speciali questo weekend grazie alla conquista il suo primo punto mondiale! Un risultato tanto cercato quanto meritato per il bravo Luca, che oltretutto aveva iniziato il weekend in maniera piuttosto movimentata.

Scassa infatti dopo una proficua sessione di prove libere “The Rocker” puntava ad una buona prestazione anche in qualifica, ma una scivolata con la moto “buona” durante la prima sessione (nella quale ha dovuto poi utilizzare la seconda moto non a posto a livello di setup) ed un paio di errori di Luca durante il giro lanciato nella seconda sessione lo hanno relegato in penultima posizione!

Ma allo spegnersi del semaforo per la partenza di gara 1 “The Rocker” è scattato prontamente dalla sua postazione in griglia recuperando già alla conclusione del primo giro svariate posizioni e mantenendo un passo gara da zona punti. A 4 giri dal termine però Luca Scassa ha dovuto arrendersi ad un problema tecnico della sua Kawasaki che lo ha costretto a chiudere anticipatamente gara 1.

Ma Luca non si è demoralizzato, e nonostante una partenza di gara 2 non brillante come quella della gara precedente il pilota Kawasaki è riuscito nel giro di pochi giri a mettere dietro di se diversi piloti ed attaccarsi al duo composto dai piloti Hill e Roberts in zona punti.

Il passo gara di Luca era tale da permettere al pilota di Arezzo di puntare concretamente a sopravanzare entrambi i piloti ma a metà gara la ZX10R ha iniziato ad accusare un problema di erogazione che ha progressivamente rallentato Luca fino a farsi recuperare dal pilota Baiocco che lo seguiva.

Ma nella sfortuna la moto #99 ha tenuto fino al traguardo permettendo così a Luca Scassa di conquistare il primo sofferto e meritatissimo punto iridato, come ha raccontato lui stesso in una bella e sentita cronaca del suo weekend di gara in quel di Assen. Eccola:

"Che dire...sono contento del primo punto mondiale ma rimane un po' l'amaro in bocca perchè avremmo potuto portare a casa qualcosa di più..comunque siamo all'inizio e va bene così. La moto migliora giro dopo giro e il mio feeling con lei anche.

Purtroppo venerdì abbiamo fatto un po' di confusione nel box: dopo la scivolata con la seconda moto avevo il rapporto sbagliato e non abbiamo avuto il tempo necessario per rimettere quello che mi piaceva di più..nelle qualifiche di sabato invece ho fatto 2 errori senza i quali sarei potuto essere più avanti in classifica generale e, forse, fare la Superpole!

Ho sbagliato al curvone che si fa in quinta marcia a più di 220 Km/h...mi si è imbarcata un pò e si è scomposta la moto, sono uscito di pista quanto basta per dover chiudere il gas per
rientrare: errore piccolo ma dannatamente importante. A causa del mancato miglioramento del tempo mi sono ritrovato a partire penultimo!!!

E' un peccato, potevo girare in 40.5, ce l'avevo... però le corse sono fatte cosi e non sempre va come si vorrebbe. In gara 1 stavo facendo bene quando il motore si è rotto in fondo al rettilineo principale... la gara era comunque partita bene anche se Iannuzzo e poi Checa mi hanno fatto da tappo e mi hanno fatto perdere un pò di strada da quelli che mi stavano davanti.

In gara 2 invece sono partito un pò peggio di gara 1 ma mi sono fatto subito sotto... dopo i primi giri mi ero già tolto di mezzo le due Kawasaki ufficiali, Iannuzzo, Salom ed ero in coda a
Hill e Roberts. Poi a metà gara la moto ha iniziato a manifestare qualche problema di erogazione, mi strattonava in maniera strana e quando meno me lo aspettavo... è stato ottimo riuscire a terminare la gara senza cadere!

Un peccato perché se avessi potuto andare come volevo, avrei attaccato il trenino di Roberts che poi, ha concluso 13esimo. Alla fine non ho neanche potuto attaccare Baiocco per i problemi che avevo e mi sono dovuto accontentare di portare a casa un punticino. Torno a casa con il sorriso sia per il punto sia perchè abbiamo capito cosa serve alla moto per migliorare e spero nelle prossime gare.

Voglio essere più veloce e prendere altri punti perchè sono alla nostra portata! Stiamo lavorando tutti duramente e stiamo crescendo gara dopo gara ora ci aspetta Monza e cercheremo di fare il massimo come sempre.

Sicuramente una grossa spinta me la daranno i miei “ sKatenati” che sono i migliori del mondo e mi seguono in ogni trasferta e che a Monza saranno tantissimi!"

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: