MotoGP, parla Marco Melandri: "Ottimo esordio, dritto a parte!"

Marco Melandri Kawasaki Hayate Racing Team

La nuova avventura di Marco Melandri nell'improvvisato (non ce ne vogliano i vertici della Kawasaki) Team Hayata Racing è cominciata positivamente, con un quattordicesimo posto insignificante ai fini della classifica mondiale, ma che lascia intravedere buoni margini di miglioramento in vista degli impegni futuri.

Una gara, quella di "Macio", condizionata da un'errore al primo giro che lo ha costretto a "girare largo" nella sabbia, perdendo così secondi preziosi che gli avrebbero senza alcun dubbio permesso di entrare nella top ten. A parlarcene è lo stesso pilota ravennate dal suo sito ufficiale.

"Sono molto arrabbiato per lo stupido errore del primo giro, non è da me. Da quando sono tornato in moto, solo due volte sono arrivato “lungo” nella ghiaia e proprio nei momenti meno indicati: sabato in qualifica e lunedì in gara!"

Una Ninja ZX-RR che da maggiori certezza al nostro Marco: "Dopo un anno, in pratica sabbatico, sono partito bene e con un bel feeling sulla moto, ma mi manca ancora la sicurezza nei sorpassi. Potevo benissimo passare De Puniet qualche curva prima, ma il ricordo del feeling inesistente del 2008 è ancora fresco. Ho fatto un dritto bestiale, sarò entrato nella ghiaia a 200 km/h!"

I pro e i contro della prima gara dell'anno: "Ho avuto un buon passo, la moto si è comportata bene, dobbiamo lavorare duro per trovare grip dietro con la moto completamente piegata, poi saremo competitivi, non per vincere, ma abbastanza per
mandare a casa gente delusa! Uscendo ho perso 19 secondi, e senza di quelli sarei finito vicino a Kallio, ottavo! È vero è vero, con i se e con i ma si arriva sulla luna, ma qui qualcosa di concreto c’è!"

via | MarcoMelandri.it

  • shares
  • Mail
34 commenti Aggiorna
Ordina: