WSBK a Valencia: punti difficili per il Team Yamaha World Superbike

GP di Valencia agrodolce per le Yamaha

Bilancio in chiaroscuro per il team Yamaha World Superbike al termine del GP di Valencia. Dopo aver conquistato la terza pole position consecutiva, Ben Spies ha collezionato un ritiro e un secondo posto nelle due gare della domenica. Nella prima è scivolato mentre stava andando all’attacco di Neukirchner per la seconda posizione.

Nella seconda è salito sul secondo gradino del podio, guadagnando 20 punti preziosi in ottica campionato, dove continua ad occupare il secondo posto. Tom Sykes, pur partendo dalla quinta fila, è riuscito ad andare a punti in entrambe le gare. Ha brillato di più nella prima, dove ha concluso settimo, mentre nella seconda non è andato oltre la decima posizione.

Ben Spies: "Gara 1 non è andata bene, la moto aveva dei problemi di mappatura e così, guidando oltre il limite, sono caduto. In gara 2 mi sono impegnato al massimo per rimediare alla situazione. Nei primi giri ho avuto qualche piccolo problema e non riuscivo a trovare il ritmo." Continua...

"Quando sono riuscito a salire in seconda posizione sarebbe stato fondamentale trovarmi in scia ad Haga per provare a tenere il suo passo e cercare di attaccarlo, anche se forse oggi non avevo la velocità per riuscirci. Adesso andiamo ad Assen per fare meglio".

Tom Sykes: "Ho avuto un’ottima partenza e questo mi ha permesso di guadagnare parecchie posizioni alla prima curva. Alla fine ho portato a casa un risultato positivo, forse anche il quinto posto poteva essere alla mia portata ma Kagayama e Haslam hanno resistito bene. In gara 2 le cose sono andate peggio. Sono partito nuovamente bene ma io e Kiyonari ci siamo ostacolati, finendo per arrivare lunghi alla prima curva. Mi hanno passato parecchi e mi sono trovato in 17esima posizione. Sono riuscito a risalire fino alla nona ma mi sono trovato alla staccata troppo vicino a Biaggi e per non toccarci sono andato largo perdendo un paio di posti. Penso di aver imparato parecchio dagli errori in questo week end, a cominciare dalla Superpole, e sono deciso a far sì che non si ripetano più".

Massimo Meregalli (team manager Yamaha World Superbike): "In gara 1 non è andata bene ma nella seconda siamo tornati nelle posizioni di vertice e il secondo posto di Ben è stato molto importante in ottica campionato. Alla fine si è trattato di uno strano week end, con risultati positivi e meno positivi. Questo ci servirà di esperienza per le prossime gare e, come ha detto Ben, ad Assen saremo pronti a fare meglio. Le gare di Tom sono state condizionate dalla partenza dalla quinta fila ma lui è stato bravo a non mollare e a portare a casa il massimo possibile".

GARA 1: 1. Haga (Ducati) in 36’44”766 alla media di 150,408; 2. Fabrizio (Ducati) a 3”677; 3. Neukirchner (Suzuki) a 3”959; 4. Laconi (Ducati) a 4”210; 5. Haslam (Honda) a 13”824; 6. Kagayama (Ducati) a 14”562; 7. Tom Sykes (Team Yamaha World Superbike) a 15”155; 8. Biaggi (Aprilia) a 16”316; 9. Byrne (Ducati) a 20”361; 10. Parkes (Kawasaki) a 23”878.

GARA 2: 1. Haga (Ducati) in 36’46”927 alla media di 150,261; 2. Ben Spies (Team Yamaha World Superbike) a 5”105; 3. Fabrizio (Ducati) a 6”386; 4. Laconi (Ducati) a 6”573; 5. Haslam (Honda) a 14”075; 6. Checa (Honda) a 17“333; 7. Neukirchner (Suzuki) a 19”207; 8. Biaggi (Aprilia) a 20”697; 9. Kiyonari (Honda) a 21”015; 10. Tom Sykes (Team Yamaha World Superbike) a 22”581.

CAMPIONATO PILOTI: 1. Haga (Ducati) punti 135; 2. Ben Spies (Team Yamaha World Superbike) 95; 3. Neukirchner (Suzuki) 65; 4. Fabrizio (Ducati) 60; 5. Haslam (Honda) 58; 6. Laconi (Ducati) 56; 7. Biaggi (Aprilia) 54; 8. Tom Sykes (Team Yamaha World Superbike) 47; 9. Kagayama (Suzuki) 35; 10. Rea (Honda) 33.

CAMPIONATO MARCHE: 1. Ducati punti 135; 2. Yamaha 110; 3. Honda 73; 4. Suzuki 65; 5. Aprilia 57; 6. BMW 31; 8. Kawasaki 8.

  • shares
  • Mail
35 commenti Aggiorna
Ordina: