Il Team Yamaha Italia Superbike scalda i motori

Pitt e HagaTutto pronto in casa Yamaha per il debutto di sabato 25 febbario sul circuito di Losail, in Qatar; le due guide ufficiali Andrew Pitt e Noriyuki Haga nei giorni scorsi hanno provato due volte sulla pista mediorientale, prendendo confidenza con i 5380 metri del moderno e affascinante tracciato; nelle prime qualifiche svoltesi ieri hanno ottenuto un buon settimo e ottavo tempo.
I piloti hanno confermato la soddisfazione per le migliorie apportate alla R1 a seguito dei test invernali: la moto è migliorata in trazione e guidabilità e il contributo di Magneti Marelli ha migliorato l’erogazione e le caratterisctiche del freno motore.

Andrew Pitt manifesta tutta la sua soddisfazione: "Sono veramente soddisfatto della moto" ha spiegato Pitt. "La R1 adesso si comporta molto bene e ci sono stati notevoli progressi . Durante i test di dicembre a Losail abbiamo fatto il grosso del lavoro e sono convinto che la squadra abbia il potenziale per risolvere qualunque problema che dovesse presentarsi. La cosa più importante è che ho migliorato la confidenza con la moto che adesso è diventata molto piacevole da guidare. La nuova elettronica ha reso la R1 più facile da gestire e da mettere a punto. Adesso ci resta da trovare un pneumatico anteriore che possa coprire l'intera distanza di gara. E' stato il nostro problema principale su questa pista lo scorso anno e spero che non si ripresenti in questa occasione."

Anche Haga, sul quale sono riposte le speranze maggiori alla luce degli ottimi risultati ottenuti nella seconda parte della scorsa stagione, si mostra soddisfatto della moto e sicuro del proprio valore e di quello della squadra: "Non sento alcun tipo di pressione" dice Haga. "Non posso dire come siamo messi per la lotta al titolo perchè non abbiamo girato con i nostri rivali. Abbiamo fatto dei bei test in Qatar e siamo decisamente più forti dello scorso anno. La Yamaha è stata abile nel fare gli aggiustamenti che avevo chiesto nel finale della passata stagione e sono molto soddisfatto per i progressi compiuti. Il mio obbiettivo è sempre vincere il titolo. Ogni anno ci vado vicino: seconda posizione, terza posizione, quarta posizione…Ma non sono mai stato il numero uno. Darò il massimo in tutte le gare ma solo quando mi troverò in mezzo agli altri potrò dire quanto siamo forti. Per adesso posso dire che il campionato 2006 sarà il più combattutto di sempre. Ogni anno parto concentrato per vincere e questa volta il mio atteggiamento non è diverso."


haga e pitt 2

E dopo la M1 di Rossi diventata gialla anche le R1 di Haga e Pitt abbandonano il blu per sposare una colorazione rosso-bianca dettata dalla partnership raggiunta col nuovo sponsor, l’istituto di credito Santander Consumer Bank.

via | Yamaharacing

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: