Slovenia: da Lubiana alla terra dei laghi

Lubiana: Castello

Basta un weekend per visitare senza fretta Lubiana, bellissima capitale della Slovenia, e i due laghi di Bled e Bohinj, nelle immediate vicinanze: un itinerario suggestivo, ideale da percorrere dalla primavera all’autunno, ma ricco di scenari suggestivi anche in inverno, neve permettendo.

Partendo da Trieste imbocchiamo la superstrada diretti a Rabuiese, dove passiamo attraversiamo quello che una volta era il Confine di Stato: dal 1° Gennaio 2008 la Slovenia è infatti entrata a far parte dell’area Schengen e per questo motivo non esiste più alcuna frontiera o dogana a separala dall’Italia.

Entrati in Slovenia, percorriamo un breve tratto di autostrada poi una superstrada fino a Lubiana (circa 86 km), che ci accoglie sotto un tiepido sole invernale, elegante e raffinata come una grande capitale, ma raccolta ed ordinata come una cittadina di provincia.

Lubiana: Castello
Lubiana: Palazzo
Lubiana: Lungofiume

Conosciuta come “la piccola Praga”, Lubiana si presenta avvolta da un’atmosfera cordiale, rilassata e ricca di tradizione: ci colpiscono subito le sue case dal tetto a punta, di chiara derivazione austriaca, e le strade, grandi ma mai eccessivamente chiassose.

Lasciamo la moto in uno dei tanti parcheggi custoditi alle porte del centro e iniziamo la nostra visita a piedi ammirando i numerosi ponti che racchiudono la città vecchia, tra i quali il bellissimo Ponte dei Draghi, risalente al 1901, con le quattro sculture in bronzo del drago alato, simbolo della città.

Altrettanto bella la piazza del mercato (Vodnikov trg.), dedicata al poeta e filologo sloveno Valentin Vodnik, e i numerosi palazzi storici che si affacciano su di essa; è bello perdersi a piedi fra le strade del centro medioevale, che regalano scorci davvero deliziosi.

Risaliamo in moto e imbocchiamo una bella strada immersa nel verde che, un tornante dopo l’altro, ci porta sulla sommità della collina dove sorge il maestoso Castello di Lubiana: la visita può durare meno di mezz’ora, ma vale la pena di salire fino a qui per gustasi il panorama della città vista dall’altro.

Il giorno successivo partiamo alla volta del bellissimo lago alpino di Bled (58 km) generato dal grande ghiacciaio di Triglav che, scavando la vallata, ha lasciato sul suo percorso la piccola isola che si trova al centro del lago e la collina rocciosa dove sorge il Castello.

Bled: Lago
Bled: Lago
Bled: Lago

Il lago di Bled, con un diametro all’incirca pari all’incirca a 2 km, può essere girato a piedi con una passeggiata di un paio d’ore; nei mesi estivi suggeriamo di effettuare una breve gita in “pletna”, antica imbarcazione guidata da una sorta di gondoliere, che accompagna da una sponda all’altra del lago.

Al centro del lago di Bled si trova un isolotto sul quale sorge la Chiesa di Santa Maria, alla cui campana è legata una leggenda popolare secondo la quale questa ha la facoltà di esaudire i desideri di coloro che ne tireranno per tre volte la corda.

Saliamo quindi verso il Castello, che si affaccia sul lago da uno sperone di roccia alto oltre cento metri e la fatica della salita viene ripagata da un’impareggiabile veduta del lago.

Bohinj: Lago
Bohinj: Lago

Risaliamo in moto e ci spostiamo di 30 km per raggiungere il vicino lago di Bohinj, il più grande lago naturale della Slovenia; il modo migliore per visitarlo è quello di girarlo a piedi fino a raggiungere, salendo una scalinata di 550 gradini, la bellissima cascata di Savica, alta ben 70 metri.

Nei pressi del ponte di Bohinj merita una visita la chiesa di S. Giovanni Battista, dove consigliamo di entrare per ammirare i bellissimi affreschi.

Da Bohimj il viaggio per tornare in Italia è breve (Gorizia dista all’incirca 90 km) ma, per chi avesse a disposizione almeno un giorno in più, suggeriamo di estendere l’itinerario alle bellissime Grotte di Postumia, sulla strada per raggiungere Lubiana dall’Italia, e alla cittadina di Kranjska Gora, nota località sciistica.

SU STRADA

Da qualche tempo per percorrere le autostrade della Slovenia occorre munirsi della famigerata “vignetta” che, con un costo di 35 Euro per 6 mesi o di 55 Euro per un anno, consente di utilizzare le autostrade di questo paese senza pagare il pedaggio: attenzione perché, per chi viene trovato senza, le multe possono essere anche molto salate.

E’ possibile acquistare la “vignetta” in diverse tabaccherie di Trieste, all’ex Confine di Stato o presso diversi distributori di benzina vicino al Confine.

Sulle strade principali l’asfalto è abbastanza nuovo mentre su quelle secondarie è necessario prestare molta attenzione perché è spesso molto scivoloso.

DOVE DORMIRE

City Hotel Ljubljana (Dalmatinova 15, 1000 Ljubljana Tel: +386 1 239 0000): nel centro di Lubiana, a pochi passi dalle principali attrazioni turistiche.

Hotel Golf (Cankarjeva 4, 4260 Bled, Tel: + 386 4 579 1700): circondato da un parco d’alberi secolari, vanta una posizione unica nel centro di Bled, dalla quale è possibile godere di una meravigliosa vista sul lago.

INFORMAZIONI GENERALI

La Slovenia è nota per le sue bellissime terme: per avere informazioni sulle numerose strutture presenti anche nelle zone indicate dal nostro itinerario, è possibile visitare il sito sloveniabenessere.it

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: