Luca Marini: il piccolo Rossi cresce

Il fratellino di Rossi

Diciotto anni meno di Valentino ma la stessa passione, la stessa voglia di divertirsi a modo suo anzi, a modo loro, tenendo la manopola del gas sempre spalancata.

Stiamo parlando del piccolo Luca Marini, undici anni, fratellino del sette volte (quasi otto?) campione del mondo della Yamaha. I capelli lunghi, gli occhi chiari ed il sorriso di mamma Stefania.

Luca partecipa al Junior Trophy Nsf 100 della scuola Hirp, messa su da Honda grazie alla grande esperienza di Antonio Vitillo. E' fuori dalla lotta per il titolo a causa di un paio di cadute, ma lui è tipo da non mollare nemmeno quando la matematica non gli lascia speranze.

A Latina parte in pole, vola via e vince: "Sono partito davanti, i miei amici si sono trovati nella mischia e così io sono fuggito via."

Un amore per i motori cominciato da giovanissimo: "Io ho iniziato a cinque e adesso mi diverto da matti. Mi ha insegnato tutto il mio amico Willy? Io e mio fratello ci vediamo un paio di volte alla settimana. Lui mi chiede come va la scuola, ma di moto non parliamo un granché. Non ho ancora mai chiesto consigli. E neanche gliene ho dati...".

Un picolo uomo dal carattere forte e deciso: "Non dico mai in giro che sono fratello di Valentino. E nessuno mi tratta diversamente per quel motivo. E deve essere così. Ma io a lui gli voglio bene. E anche lui ne vuole a me, anche se alla playstation sono più forte io e se lui è interista e io invece tifo per la Roma e per Totti" - il padre Massimo è romano -, "anche se allo stadio non ci vado perché mi fa paura".

Bene in pista, bene a scuola: "Tutti ottimo e tre distinti. Da grande spero di fare l'archeologo. Mi piacciono i reperti antichi e, soprattutto, sapere come vivevano i nostri antenati. Ma la mamma vuole che faccia il chirurgo. Amo le moto ma non ho fatto questa scelta per via di Valentino. Mi piace la velocità, tutto qui. Cosa invidio a mio fratello? Niente..."

via | Repubblica.it

  • shares
  • Mail
73 commenti Aggiorna
Ordina: