Bayliss vince, Bayliss cade, ma il mondiale è sempre più vicino

Troy Bayliss Donington Park

Domenica di motori, di pioggia e di colpi di scena a Donington Park. I piloti della Superbike, impegnati nell'undicesima tappa stagionale, hanno regalato il solito straordinario spettacolo agli spettatori presenti nonostante le condizioni climatiche a dir poco ostiche.

Dopo la pioggia del venerdì e del sabato, gara 1 si è svolta in condizioni discrete, con la pista che è andata asciugandosi poco per volta con il trascorrere del tempo. A complicare tutto c'è stata l'uscita di scena di Noriyuki Haga che, rotto il propulsore della sua Yamaha R1, ha involontariamente seminato olio lungo buona parte del tracciato.

E così, manche spezzata in due tronconi, con Troy Bayliss che alla fine ha prevalso sulla sorpresa Sykes e sul nostro Max Biaggi. Niente da fare per Michel Fabrizio incappato in una scivolata innocua in uno dei punti più insidiosi.

Condizioni stravolte in gara 2, con la pioggia protagonista nello start e nei giri conclusivi. Dopo una ottima prima parte, l'australiano del Team Ducati Xerox ha perso posteriore con l'aderenza con il posteriore proprio quando la rimonta su Kiyonari sembrava impresa possibile.

Bene Michel che giro dopo giro guadagna importanti tagliando il traguardo in quinta posizione. La parola ai protagonisti.

Troy Bayliss: "Sono felice. Finalmente dopo tanti anni sono riuscito a vincere una gara qui a Donington Park. Mi sentivo a mio agio anche all'inizio di gara 2, anche se ad un certo punto ho pensato che avrebbero cancellato la gara a causa della pioggia intensa. La situazione invece è migliorata e nei giri seguenti, quando mi è sembrato che Kiyonari avesse qualche difficoltà, ho raddoppiato i miei sforzi. Purtroppo ad un certo punto ho perso il posteriore, com'è successo ad altri questo fine settimana: non mi sono fatto male ma sfortunatamente non è stato possibile continuare la gara. Comunque abbiamo aumentato ancora il nostro vantaggio e dopo 11 gare ho 101 punti di vantaggio su Corser e 105 su Neukirchner: era il nostro obiettivo."

Michel Fabrizio: "Sono soddisfatto di aver ottenuto punti importanti con il quinto posto in gara 2. Meno male che ci hanno dato un po' di tempo per cambiare le gomme al via della seconda gara. Mi è servito qualche giro per prendere fiducia e all'inizio non si vedeva niente a causa della forte pioggia, ma poi ha smesso e sono riuscito a recuperare parecchie posizioni. Mi dispiace per il risultato di gara 1, prima del "restart" andavo forte e poi, nella seconda parte di Gara 1 sono semplicemente scivolato, fortunatamente senza farmi male, in uno dei punti più bagnati del tracciato"

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: