Nuova BMW G450X, enduro prorompente!

La Casa dell’elica continua ad ampliare la propria gamma verso nuovi segmenti di mercato finora del tutto inesplorati, e lo fa in modo intraprendente e con una personalità e una efficacia fuori dal comune. Si perché finora le BMW da enduro restavano comunque legata a progetti e propulsori non certo di ultima generazione e a


La Casa dell’elica continua ad ampliare la propria gamma verso nuovi segmenti di mercato finora del tutto inesplorati, e lo fa in modo intraprendente e con una personalità e una efficacia fuori dal comune. Si perché finora le BMW da enduro restavano comunque legata a progetti e propulsori non certo di ultima generazione e a volte un po’ antitetici.

La nuova G450X invece sviluppata e progettata circa 2 anni prima dell’acquisizione del marchio Husqvarna si presenta come una moto estremamente efficace, potente e tecnologicamente molto avanzata. Ciò che sorprende è proprio la miniaturizzazione del propulsore, l’elevata potenza specifica, il peso estremamente ridotto e le soluzioni nuove un pò futuristiche introdotte nel motore e ciclistica.

Insomma una lista di soluzioni e prerogative tutte piuttosto lontane finora dai classici prodotti BMW. Perché la nuova 450 propone un motore leggero compatto e molto potente, grande il tiro fin dai bassi regimi con una potenza di 40CV in configurazione stradale omologata ed in regola con la normativa Euro 3. Per l’utilizzo racing basta eliminare una spinetta sulla centralina per avere il motore in configurazione full power, non più omologata logicamente, ma pronto a erogare la bellezza di 52CV!! Il tutto per un peso della moto di soli 120 kg con il pieno ed una velocità elevatissima per questo tipo di moto che avvicina i 150km/h!

Test Nuova BMW G450X
Test Nuova BMW G450X
Test Nuova BMW G450X

Il motore si distingue anche per l’air box posto sotto il cannotto di sterzo per il condotto di aspirazione completamente rettilineo e verticale, per il cilindro inclinato in avanti (quando sulle moto da enduro è solitamente verticale) e per il motore posizionato molto indietro. Lo sterzo presenta i raiser regolabili su tre posizioni, la sella disponibile in due versioni normale e più bassa con imbottitura ridotta, il mono posteriore è Ohlins, mentre la forcella è realizzata dalla Marzocchi.

Test Nuova BMW G450X
Test Nuova BMW G450X
Test Nuova BMW G450X

Altra particolarità del motore è la frizione calettata direttamente sull’albero motore, questo consente di realizzare questo componente di un diametro minore, non avendo la demoltiplicazione del primario che innalza i valori di coppia trasmessa. Ma il vero motivo di questa scelta tecnica è legata alla necessità di dover mantenere la zona inferiore del motore quanto più stretta e snella possibile. Questo perché la novità ciclistica di assoluto valore è legata al posizionamento del pignone sullo stesso asse del forcellone, questo elimina tutte le variazioni del tiro catena durante il funzionamento della moto e permette di mantenere un gioco catena quasi inesistente dal momento che non varierà mai la distanza tra l’asse del pignone e quello della corona.

Test Nuova BMW G450X
Test Nuova BMW G450X
Test Nuova BMW G450X
Test Nuova BMW G450X

Per incastonare il pignone sull’asse de forcellone tutta la zona inferiore del motore dove è posizionato il cambio è resta più stretta per essere alloggiata all’interno del telaio e del forcellone. Il motore contiene circa 1.1kg di olio e anche qui arriva una interessante novità, il tappo del rabocco olio è all’altezza del livello, quindi basta inserire l’olio filo “all’orlo” per essere sicuri di essere a posto con il livello, una soluzione pratica e intelligente certamente apprezzata dagli induristi.

Il serbatoio benzina è posizionato sotto la sella allungandosi in avanti e cingendo il lato sinistro del motore per concentrare i pesi al centro e favorire il lay out generale della moto. Nella guida la moto risulta soprattutto molto stabile e precisa anche su fondi molto difficili e duri, anche aumentando con la velocità la stabilità non diminuisce mentre per renderla rapida nei movimenti prefisse essere indirizzata con decisione e risponde molto bene alla guida in piedi sulle pedane, meno a quella seduti. Altra dote evidente di questa moto è la trazione veramente esagerata su ogni tipo di fondo nonostante il motore molto potente e l’erogazione diretta molto rapida fin dalle aperture parziali dell’acceleratore.

Ultime notizie su Varie

Varie

Tutto su Varie →