MotoGP Austin, il “rookie” Marquez (Honda) cancella record e avversari. Rossi si perde. Dovizioso si difende

Finalmente un circuito nuovo spettacolare e tecnicamente valido quello di Austin nel Texas per il Gran Premio delle Americhe, secondo appuntamento stagionale della MotoGP. La danza nel COTA premia il funambolico rookie della Honda Marc Marquez, dominatore delle qualifiche, alla sua prima pole in MotoGP e il più giovane a conquistare il miglior tempo nella classe regina a soli 20 anni e 63 giorni. Il nuovo astro spagnolo, degno erede di Casey Stoner, per nulla frenato dalla scivolata della mattinata, con l’ottimo 2’03.021 (tempo più rapido di quello del test di marzo) mette tutti in riga, a cominciare dal suo compagno di squadra Dani Pedrosa (+0.254) e dal terzo spagnolo Jorge Lorenzo, staccato di un secondo (+1.079). Chi è in grado domani di fermare il “fulmine” della Casa dell’Ala dorata, le cui 4 cilindri qui sono particolarmente competitive, specie nelle accelerazioni dalle curve lente?

Se Austin, almeno in qualifica, premia Marquez, si può dire che punisce Valentino Rossi, solo ottavo, in forte difficoltà, con un pesantissimo gap di quasi due secondi e mezzo dal primo (+2.359) e soprattutto quasi un secondo e quattro da Lorenzo con la sua stessa Yamaha. Riuscirà il pesarese a compiere il miracolo ritrovando il passo dei primi in gara? L’interrogativo non è di poco conto perché si tratta di sapere se il bel podio della notturna di Losail è frutto di circostanze particolarmente favorevoli o invece la prima tappa del grande atteso rilancio dopo le due ultime magre stagioni con la Ducati. Valentino non ha mai dato il meglio di se stesso in qualifica, per cui … mai dire mai.

La Ducati qui conquista l’ultimo posto della seconda fila con un volitivo Dovizioso (+1.852) – dietro a Bradl e davanti a Bautista e a Rossi – e il primo posto della quarta fila con Hayden (+2.547), dietro Espargaro. Come si vede, gap pesanti, che non lasciano grandi speranze per domani, anche se l’italiano potrebbe inserirsi nella battaglia a ridosso del podio. Queste le qualifiche, con distacchi davvero disarmati. Ma, si sa, la corsa è un’altra cosa. E lo show, con una stella come Marquez, è assicurato.

I Video di Motoblog

Ultime notizie su MotoGP

Tutto su MotoGP →