MotoGP: Conclusi i test di sviluppo Ducati a Jerez

Iannone e Spies - Test MotoGP Sepang

Si sono conclusi ieri sul tracciato spagnolo di Jerez de la Frontera, tre giorni di test privati Ducati che avevano avuto inizio venerdì sulla pista andalusa. Presente a Jerez per la Casa di Borgo Panigale, oltre al collaudatore Michele Pirro, anche Andrea Iannone, pilota del Pramac Racing Team inviato in Spagna per dare ulteriori input allo sviluppo della Desmosedici GP13.

Nel corso dei tre giorni sono state numerose le soluzioni testate sulle moto ‘laboratorio’, soprattutto alcune nuove componentistiche a livello di telaio. I riscontri sono stati positivi e hanno rispettato in pieno le attese della vigilia. Inoltre i piloti hanno provato anche strategie elettroniche diverse che hanno dato un buon esito, lasciando la squadra soddisfatta dei risultati. Il successo di queste soluzioni indica che il Ducati Team sta lavorando nelle direzione giusta in questa prima fase di sviluppo del 2013.

Il prossimo impegno per i piloti del Ducati Team e del Pramac Racing Team sarà la settimana prossima sul circuito malese di Sepang, durante i test organizzati dall’IRTA dal 26 al 28 febbraio.

Questo il commento di Andrea Iannone su test:

“All’inizio dei test di Sepang non avevo buon feeling, ma abbiamo lavorato duramente ed il secondo giorno avevamo migliorato di quasi 1 secondo e mezzo: questo è stato importante perché non abbiamo molto tempo a disposizione per i test prima dell’inizio della stagione. Adesso come adesso per me la moto è ok, penso di essere io il primo problema perché non ho esperienza! La moto è forte ma non è ‘facile’, ma questo è proprio ciò che mi aspettavo rispetto alla Moto2. Ora voglio capire meglio l’elettronica, perché è molto complicata”.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: