WSBK, Melandri: "La spalla mi dà ancora fastidio"

WSBK Test Phillip Island - Day 2

Quando manca ormai appena una settimana al round di apertura del Campionato Mondiale Superbike 2013, il team BMW Motorrad SBK GoldBet ha continuato nel lavoro suo lavoro di preparazione a Phillip Island uscendo indenne dalla serie di cadute che - complice il nuovo asfalto del tracciato - hanno colpito diversi altri piloti nel corso delle prime due giornate di test.

Nell'arco delle due giornate, Marco Melandri ha completato 114 giri per un totale di circa 507 km, chiudendo la giornata di oggi al quarto posto nella graduatoria dei tempi con un 1′31.6, a 4 decimi dal miglior crono ufficioso di Leon Camier (Suzuki). Il ravennate però accusa ancora qualche problema alla spalla, come ha confermato lui stesso a fine sessione:

"Ieri è stato difficile guidare perché il circuito era ancora molto sporco, oggi meglio anche se c’era parecchio vento. Per quanto riguarda il lavoro che stiamo facendo sulla moto sono soddisfatto del test. Abbiamo lavorato in diverse aree e, ad esempio, sull’avantreno abbiamo provato diverse geometrie e soluzioni con buoni risultati. Inoltre abbiamo testato differenti specifiche sul motore. Fisicamente invece non sono contento, la mia spalla mi dà ancora fastidio, posso fare alcuni giri poi comincio ad avere problemi e molto dolore. Pensavo andasse molto meglio. Ora dobbiamo solo aspettare e vedere come mi sentirò la prossima settimana. Ora voglio riposarmi nel weekend e fare un po’ di fisioterapia."

WSBK Test Phillip Island - Day 2
WSBK Test Phillip Island - Day 2
WSBK Test Phillip Island - Day 2
WSBK Test Phillip Island - Day 2

Il compagno di squadra di Melandri, il gallese Chaz Davies, di giri ne ha invece completati 125 per un totale di 556 km, chiudendo al nono posto nella graduatoria dei tempi di giornata a circa mezzo secondo dal compagno di colori. Queste le sue dichiarazioni al termine dei test di oggi:

“É stato un test molto produttivo e sono contento di aver potuto provare qui in Australia, un circuito molto differente quelli in cui abbiamo provato finora. Inoltre avevamo anche bisogno di due giorni di test su una pista asciutta. Stiamo migliorando e sto avvicinandomi al gruppo con cui dovrei stare. Mi sento sempre più a mio agio con la moto e stiamo definendo il miglior setting per la RR. Al momento sto faticando un po’ a fare giri veloci, ma non siamo messi affatto male, mi mancano solo alcuni decimi per essere dove voglio essere."

"Ieri il circuito era molto scivoloso, soprattutto nelle prime ore dovevi essere molto fortunato per non cadere. Ho avuto anch’io, in alcuni momenti, questa sensazione non per avere spinto molto forte, ma per aver trovato dello sporco. Dovevamo aspettarcelo in quanto il circuito è stato da poco completamente riasfaltato, ma durante i test è migliorato. Ho cercato comunque di guidare con la massima attenzione perché molti piloti sono caduti e c’era tanto da perdere prima dell’inizio della prima gara. Complessivamente è stato un buon test stiamo andando nella giusta direzione e ogni volta che sono in sella scopro qualcosa di nuovo e per questo sono molto contento”.

Moderatamente soddisfatto il Direttore Tecnico del team BMW Motorrad GoldBet SBK, Andrea Dosoli:

“Finalmente abbiamo avuto la possibilità di testare con buone condizioni meteo, pur avendo avuto un po’ di vento oggi. Complessivamente però sono state due giornate positive. Abbiamo provato molti particolari per la ciclistica, il motore e l’elettronica completando molto lavoro, e abbiamo anche trovato una buona base di partenza per i test ufficiali della prossima settimana, quando inizieremo a lavorare sul fine tuning. Marco non era al cento per cento con la spalla, per questo abbiamo leggermente ridotto il programma e selezionato quali erano i particolari più importanti da testare. Una volta soddisfatti dei risultati abbiamo infatti deciso di fermarci."

"Il nuovo asfalto del circuito è molto più liscio, ma allo stesso abrasivo e questo riduce la durata dei pneumatici. Normalmente il primo giorno di prove su un nuovo asfalto è difficile e normalmente migliora giorno dopo giorno, infatti pensiamo che migliorerà per la gara dopo i prossimi due giorni di test. Sia Marco che Chaz hanno migliorato le loro prestazioni ad ogni uscita, hanno una buona velocità e, anche più importante, sono stati molto costanti. Complessivamente il test è stato positivo, anche se abbiamo ancora un po’ di lavoro da fare per essere pronti al 100% per il prossimo week end. La base di partenza è buona siamo certi che con 2 giorni in più di test saremo pronti per la gara”."

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: