MotoGP, Danilo Petrucci: "La centralina Magneti Marelli ha un grande potenziale"

Test MotoGP Sepang - Giorno 3

Il Came IodaRacing Team ha concluso la tre giorni di test ufficiali MotoGP a Sepang alternando ancora una volta i piloti alla guida dell'unica Ioda-Suter motorizzata BMW disponibile per questa tornata di test, con Lukas Pesek che ha girato in mattinata e Danilo Petrucci che è subentrato nel pomeriggio.

Il debuttante pilota ceco è riuscito a percorrere 40 giri con un miglior crono personale di 2:05.321, abbastanza per chiudere la giornata 24° nella classifica dei tempi a +5.221 dalla migliore prestazione di Pedrosa. Non male tutto sommato, considerando che Pesek ha migliorato di quasi 2 secondi la sua miglior prestazione di mercoledì.

Danilo Petrucci invece è riuscito a completare 34 tornate prima che l'arrivo della pioggia fermasse la sua progressione, riuscendo comunque a firmare un discreto 2’04.531 - a +4.431 da Pedrosa - che gli ha consentito di chiudere la giornata al 20° posto. Si è trattato di un tempo comunque più alto del 2:04.284 fatto registrare ieri, un tempo che il pilota umbro sarebbe probabilmente riuscito a migliorare se non fosse stato costretto a ritirarsi anzitempo nel box. Seguono i commenti dei piloti.

Danilo Petrucci:

"Oggi ho girato nel pomeriggio ed abbiamo concentrato il nostro lavoro soprattutto sullo sviluppo dell’elettronica, poi è arrivata la pioggia che ha rovinato un po’ i programmi che avevavmo fatto. Alla fine sono abbastanza soddisfatto di questi cinque giorni di test, la grande novità era la nuova centralina Magneti Marelli che, dopo qualche ovvia difficoltà iniziale, ha dimostrato di avere un ottimo potenziale e già dal prossimo test si protranno vedere grandi miglioramenti. Tra due settimane torneremo di nuovo qui dove avremo a disposizione anche le IODA-SUTER 2013 che presenteranno degli aggiornamenti nella ciclistica sviluppati anche con i dati raccolti in questi giorni”.

Lukas Pesek:

"Sono abbastanza soddisfatto del risultato di oggi visto che abbiamo migliorato molto il tempo sul giro rispetto al primo giorno. La IODA-SUTER BMW mi è piaciuta molto, mi trovo molto bene nel guidarla anche se ho bisogno ancora di fare molti chilometri per comprenderla al meglio. Per essere stato il primo test è andata bene, sono anche molto contento di avere ritrovato il mio capotecnico ai tempi della 125 con il quale ho un’ottima intesa e questo aiuta molto il lavoro di sviluppo. Voglio ringraziare tutto il team per il grande lavoro che ha fatto e soprattutto Giampiero Sacchi e la Came per la fiducia che hanno in me e per questa grande occasione che mi hanno dato”.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: