Chi è Joan Mir, campione del mondo della MotoGP 2020? Biografia, carriera e vittorie

La biografia del pilota Suzuki e tutti i suoi successi in carriera

In tutto il mondo, in queste ore, i riflettori sono puntati su di lui. Joan Mir si è appena laureato Campione del Mondo vincendo il titolo piloti MotoGP 2020. Ma chi é Joan Mir? Qual è stata la sua carriera? Quando ha iniziato a correre? Ripercorriamo qui tutto il suo cammino.


Classe '97


Il pilota nato a Palma di Maiorca nel 1997 festeggia il suo primo titolo nella massima categoria, il secondo in carriera. Scende in pista per la prima volta all’età di dieci anni. Tra il 2009 e il 2011 porta a casa il titolo di campione delle Isole Baleari in diverse categorie minimoto e minimotard. Nel 2013 è impegnato nella Red Bull MotoGP Rookies Cup e l’anno successivo termina la Coppa con secondo posto grazie a sei podi di cui tre vittorie.

Nel 2015 in Moto3


Nel 2015 approda al FIM CEV Repsol Moto3 col team Leopard Racing col quale ottiene quattro successi salendo sul podio in altre tre occasioni. Questi risultati gli valgono il quarto posto assoluto in classifica. Sempre nello stesso anno, debutta nel Campionato del mondo Moto3™, in Australia, per sostituire l’infortunato Hiroki Ono. Nel 2016 diventa una presenza fissa nella classe leggera del mondiale insieme alla scuderia con cui si è battuto con tenacia nel CEV. Vestendo i colori del Leopard Racing, il maiorchino vince in Austria, arriva terzo a Misano prima di chiudere con un ottimo secondo posto a Valencia festeggiando così il titolo di rookie dell’anno. Nel 2017 si laurea campione del mondo della classe cadetta, a poco più di 20 anni, grazie a 10 primi posti, due secondi e un terzo piazzamento.

Poi il passaggio in Moto2 nel 2018


Il 2018 è la stagione del passaggio in Moto2 con la Kalex del team EG 0,0 Marc VDS terminando la stagione con quattro podi all’attivo e il sesto posto in campionato. Nel 2019 esordisce in MotoGP col Suzuki Ecstar che gli offre un posto nella squadra ufficiale. Lo spagnolo ripaga alla grande la fiducia della Casa di Hamamatsu con dieci piazzamenti in top 10 nel corso della sua prima stagione in classe regina. L’infortunio a Brno lo costringe a rinunciare a diversi appuntamenti, ma recupera presentandosi come uno dei grandi protagonisti della categoria.

Mondiale 2020


Si arriva così al 2020 col morale alto. La competitività di Mir è in costante crescita e raggiunge l’apice col secondo posto in Austria, quello che è il suo primo podio in classe regina. Poi ne arrivano altri tre consecutivi nel doppio appuntamento a Misano e a quello in Catalogna. Dopo i due terzi posti di Aragon e a Teruel è il momento di conquistare la vittoria al Gran Premio de Europa, a Valencia. Il sigillo finale verso la conquista del titolo MotoGP arriva grazie al settimo posto conquistato al secondo appuntamento al Circuit Ricardo Tormo.

BIOGRAFIA


Data di nascita: 1 settembre 1997
Luogo di nascita: Palma di Maiorca, Spagna
Primo Gran Premio: Australia 2015, Moto3
Prima pole position: Austria 2016, Moto3
Primo podio: Austria 2016, Moto3
Prima vittoria: Austria 2016, Moto3
Gran Premi: 84 (29 in MotoGP)
Vittorie: 12 (1 in MotoGP)
Podi: 27 (7 in MotoGP)
Pole position: 2 (0 in MotoGP)
Giri veloci: 6 (0 in MotoGP)
Titoli mondiali: Moto3 (2017), MotoGP (2020)

Carriera nel Campionato del mondo:
2015: Campionato del mondo Moto3 con Honda, 1 gara, 0 punti
2016: Campionato del mondo Moto3 - 5° con KTM, 18 gare, 144 punti
2017: Campionato del mondo Moto3 - VINCE IL TITOLO con Honda, 18 gare, 341 punti
2018: Campionato del mondo Moto2 - 6° con Kalex, 18 gare, 155 punti
2019: Campionato del mondo MotoGP - 12° con Suzuki, 17 gare, 92 punti
2020: Campionato del mondo MotoGP - VINCE IL TITOLO con Suzuki, 13 gare, 171 punti

  • shares
  • Mail