Superbike: arriva la penalizzazione per Ducati. Il V4 perde 250 giri!

Nove vittorie su nove gare disputate per l'accoppiata vincente Bautista-Ducati, ma dal Gran Premio di Assen le cose cambieranno. Il numero massimo di giri del propulsore V4 di Borgo Panigale dovrà scendere da 16.350 a 16.100 giri/min.

bautista-ducati

Arriva direttamente dalla FIM il comunicato: Ducati Panigale V4 R, dopo i primi 3 round di assoluto dominio, verrà penalizzata per livellare il campionato di Superbike.

Nove vittorie su nove gare disputate per l'accoppiata vincente Bautista-Ducati, ma dal Gran Premio di Assen le cose cambieranno. Il numero massimo di giri del propulsore V4 di Borgo Panigale dovrà scendere da 16.350 a 16.100 giri/min. E mentre Ducati vede limitarsi forzatamente il regime massimo consentito, Honda può godere di un aumento di 500 giri/min e potrà, quindi, portare a 15.050 giri/min il regime massimo della sua derivata di serie. Il perché di tutto questo? Vi riportiamo la descrizione del sito ufficiale WorldSbk:



Come previsto nel regolamento 2019, la classifica dei punti è stata rivista al termine del terzo round del Campionato mondiale Superbike. Dopo sei gare complete, Ducati ha ottenuto 20 punti, Kawasaki 13 e Yamaha 3.

Visto che la differenza tra Ducati e Kawasaki è di soli 7 punti (e dunque inferiore ai nove citati nell’articolo 2.4.3.4, alla riga i)), nessuno dei due costruttori sarà autorizzato ad avere ulteriori concessioni durante la stagione. Tutti gli altri costruttori saranno autorizzati ad effettuare un solo aggiornamento nel corso del 2019.

Oltre a questo, DWO e la FIM, dopo delle consultazioni basate sull’analisi delle performance, hanno deciso di ristabilire i limiti del regime dei due costruttori. Il limite della Ducati V4 R è stato ridotto a 250 giri/minuto, mentre quelli di Honda sono stati aumentati a 500 giri/minuto []. Entrambe le decisioni hanno effetto immediato.

rea_superbike

Ma allora, cosa cambierà, a livello pratico? Seriamente questi 250 giri/min tolti al V4 della Ducati influiranno sul Campionato di Superbike? Gli esperti dicono di no. Anzi, voci di corridoio sostengono che, negli ultimi tempi, sia stata la stessa casa italiana a limitare i giri del V4 per evitare spiacevoli rotture.

E invece, cosa cambierà per Honda? Qui la faccenda è diversa. Poter godere di 500 giri/min in più consentirà una migliore gestione della rapportatura e questo si può tranquillamente tradurre in un considerevole vantaggio in uscita dalle curve più lente.

  • shares
  • Mail