Direttamente dal Pakistan una spudorata copia di Ducati 848

Sigma Warrior 350, così si chiama la "Rossa pakistana", sfoggia orgogliosamente un logo Ducati sul serbatoio e la dicitura "848" sui fianchi, come se fosse proposta sul mercato come una vera e propria Ducati economica.

Dalla Cina con furore? No! Questa volta la copia delle copie viene dal Pakistan. Se fosse stata prodotta in Cina non avrebbe fatto troppo schiamazzo, di conseguenza non avrebbe meritato un post e, forse, i produttori cinesi sarebbero stati anche più discreti nell'imitazione.

Quello che ci troviamo davanti oggi è un caso abbastanza eclatante: si tratta di una copia spudorata di una delle "Rosse" di Borgo Panigale, una Ducati 848, prodotta dal 2008 al 2013, prima di essere sostituita dalla 899 Panigale. Sigma Warrior 350, così si chiama la "Rossa pakistana", sfoggia orgogliosamente un logo Ducati sul serbatoio e la dicitura "848" sui fianchi, come se fosse proposta sul mercato come una vera e propria Ducati economica.

Il propulsore, ovviamente, non è il bicilindrico a "L" di Borgo Panigale da 849 cc ma un semplice bicilindrico da 350 cc della quale non si hanno dati certi, visto che il sito della casa madre non mostra molte informazioni a riguardo. Ci è dato conoscere solamente la cilindrata, il sistema di alimentazione ad iniezione, il tipo di raffreddamento (a liquido) e il suono emesso che, stando alla traduzione letterale dei colleghi di financialexpress.com, sarebbe un "suono pesante". Sullo stesso sito di Sigma si parla anche di design; si parla di "aspetto unico e aggressivo" e anche di "eccellenti finiture". Roba da far storcere il naso al 99,9% dei bikers di tutto il mondo. I colori disponibili sono il nero, il bianco e, chiaramente, il rosso che, per ovvie ragioni che non stiamo qui a spiegarvi, è il colore sulla quale l'azienda pakistana spinge di più.

L'equipaggiamento non si avvicina neanche lontanamente a quello proposto da Ducati ma, in ogni caso, non mancano il doppio disco anteriore e una forcella a steli rovesciati. Inutile dirvi che il sistema di ABS non è proposto nemmeno come optional così come qualsiasi altra trovata tecnologica che solitamente adottano le moto moderne e che migliorano la sicurezza alla guida.

Purtroppo non è finita qui: come ogni altra moto prodotta da Sigma, anche questa Warrior 350 è venduta al pubblico coperta da una garanzia di 1.500 km. Un dato imbarazzante che porterebbe ad invalidare la garanzia già dopo il primo mese di utilizzo. Giungiamo adesso al prezzo che, in questo caso, è il fattore principale di scelta del prodotto: Sigma Warrior 350 può essere vostra per la modica cifra di 665000 rupie pakistane, l'equivalente di 4.395 euro. Quindi, se non avete intenzione di spendere "troppi" soldi in una vera Ducati, la vostra futura moto potrebbe essere una Sigma Warrior 350.

 

  • shares
  • Mail