MotoGP: Suzuki con il tridente a Barcellona

Il collaudatore ufficiale Suzuki Sylvain Guintoli affiancherà Andrea Iannone e Alex Rins nel GP di Catalunya di questo weekend.

Nelle due settimane che sono trascorse dal precedente GP d'Italia, il team Suzuki Ecstar ha completato la sua line-up per la MotoGP del 2019, ufficializzando quello che già si rumoreggiava nel paddock da settimane: al fianco del confermato Alex Rins, è stato infatti annunciato l'ingaggio dello spagnolo Joan Mir al posto di Andrea Iannone, a sua volta in procinto di trasferirsi in Aprilia, ma la stagione 2018 è ancora ben lontana dalla sua conclusione.

Il GP di Catalunya di questo weekend (clicca qui per orari e copertura TV) sarà quindi il primo da 'separati in casa' per il team factory di Hamamatsu e Iannone, buon quarto al Mugello dopo 2 podi consecutivi, ma entrambi puntano sulla rispettiva professionalità per continuare a fare bene fino a quando le loro strade si separeranno.

In questo fine settimana, il team Suzuki Ecstar schiererà inoltre tre moto: oltre ai titolari Iannone e Rins, nel box Suzuki ci sarà anche il test-rider ufficiale ed ex-iridato Superbike Sylvain Guintoli, wild-card al Montmelò.

2018-mugello-suzuki-ecstar-7.jpg

Il suo buon feeling con il tracciato catalano è certamente di buon auspicio per Andrea Iannone

"Mi è sempre piaciuto il circuito del Montmelò, penso che potrebbe davvero adattarsi bene alle caratteristiche della nostra GSX-RR. Abbiamo avuto riscontri positivi nel test che abbiamo svolto qui dopo la gara di Le Mans, che spero che quell'esperienza ci possa essere utile per fare una buona gara questo fine settimana."

"Ultimamente i nostri risultati sono andati migliorando gara dopo gara e le cose stanno andando piuttosto bene, quindi cercheremo di mantenere questo slancio."

2018-mugello-suzuki-ecstar-3.jpg

Per Alex Rins, l'appuntamento con il round di Barcellona rappresenta la "gara di casa" e questo non può che dargli ancora più motivazioni:

"Sono entusiasta di correre a Montmelò per il GP di Catalunya, è il mio GP di casa! L'atmosfera qui è sempre molto speciale: non è solo il circuito a essere molto eccitante, lo è anche l'intero weekend, con un sacco di persone che vengono a fare il tifo per me."

"Arriviamo qui in buona forma: la gara del Mugello è stata positiva per me, così come lo è stato anche il test che abbiamo fatto qui alcune settimane, che ci ha dato indicazioni importanti e una grande fiducia".

2017-sylvain-guintoli.jpg

Tornare nel paddock del Motomondiale rappresenta certamente una grande emozione per il 35enne Sylvain Guintoli, oggi collaudatore 'a tempo pieno' per la casa nipponica:

"Lavorare con il team Suzuki Ecstar è una cosa fantastica per me. Ricordo la prima volta che ho guidato la GSX-RR: la velocità era incredibile e mi aveva dato una sensazione fantastica... e ho ancora questa stessa sensazione ogni volta che la guido, anche se ogni volta il mio feeling migliora sempre di più!"



"Insieme abbiamo fatto un ottimo lavoro durante lo scorso anno e la moto, infatti, ha fatto dei grandi progressi. È un onore e un piacere per me correre come wild-card con la Suzuki GSX-RR a Barcellona".

2018-mugello-suzuki-ecstar-11.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO