MotoGP: Alex Debon coach di Lorenzo nel 2018

L'ex-pilota 41enne Alex Debon sarà il coach di Jorge Lorenzo al box Ducati nel Mondiale MotoGP 2018

Dopo otto anni in Yamaha, la prima stagione di Jorge Lorenzo in Ducati ha visto lo spagnolo costantemente nell'ombra del compagno di squadra Andrea Dovizioso, ben più avvezzo di lui alla guida della Desmosedici e in lizza per il titolo iridato della MotoGP fino all'ultima gara dell'anno prima di inchinarsi a Marc Marquez.

Terminato un anno di inevitabile apprendistato sulla moto bolognese e rinfrancato dalla sua competitività, evidenziata incontestabilmente dal "Dovi", Lorenzo è più che mai determinato a inserirsi nella lotta per il titolo il prossimo anno.

jorge-lorenzo-2017-ducati-motogp.jpg

Per cercare di avvicinare le prestazioni del compagno di box ha deciso di affidarsi a una vecchia conoscenza, Alex Debon, come da noi ipotizzato qualche settimana fa (vedi la seconda parte di questo post).

L'oggi 41enne Debon, amico ed ex-rivale in pista di Lorenzo ritiratosi nel 2010, "subentrerà" a Michelle Pirro come 'coach' del fuoriclasse maiorchino, che accompagnerà su tutti i circuiti in calendario. Dopo la conferma dell'ingaggio, l'ex pilota valenciano ha espresso la sua soddisfazione sul suo account Facebook dicendo: "Sono molto felice di poter fare ciò che mi piace di più. Grazie Jorge!"

MotoGP: un coach anche per Jorge Lorenzo nel 2018?

Ducati Team rider Jorge Lorenzo of Spain prepares for the second practice session of the Australian MotoGP Grand Prix at Phillip Island on October 20, 2017. / AFP PHOTO / PETER PARKS / IMAGE RESTRICTED TO EDITORIAL USE - STRICTLY NO COMMERCIAL USE          (Photo credit should read PETER PARKS/AFP/Getty Images)

Motomondiale 2018 - Sembrava fosse una "moda" passeggera, invece si è tramutato come uno degli strumenti più affinati, precisi e utili che i piloti del mondiale MotoGP abbiano riscontrato. Dal principio fu Valentino Rossi con Luca Cadalora, poi lo stesso Sete Gibernau, ufficialmente giunto alla corte di Daniel Pedrosa in questa annata, ma di aiuto da bordo pista fin dallo scorso anno per il team Honda HRC.

Ci sarebbe da parlare di Julian Simon per Tito Rabat tanto per essere completi. Il Coach è diventato dunque in questi ultimi anni uno strumento importante. Si piazza a bordo pista, analizza da fuori con occhio clinico ed esperto come affrontare delle curve e come le affrontano gli avversari. Percepisce dinamiche che possono confermare o confutare le percezioni in sella.

L'esempio di Gibernau quando spiegò due anni fa i test di Sepang e le differenze tra Honda e Yamaha fu evidente.
Quest'anno Jorge Lorenzo, che fintanto si trovava in Yamaha aveva dalla sua Wilco Zeelemberg, non ha avuto un vero e proprio coach, ma un enorme aiuto da parte di Michele Pirro. Michele però giustamente non può fare solamente da coach ma ha anche il suo mestiere di collaudatore. Dunque durante gli ultimi test di Jerez, Jorge si è fatto "aiutare" da Alex Debon, ex Aprilia 250 sia in gara - due le vittorie in carriera a Le Mans e Brno nel 2008 - ma anche pregiato tester Aprilia ai tempi di Dall'Igna.

Potrebbe essere una soluzione ulteriore per quella conquista della competitività con la Ducati da parte del maiorchino? A Sepang a gennaio la controprova.

Aeropuerto-Castello-Blusens Spanish Alex Debon celebrates after clooking the best time during the 250cc training session of the Catalunya Grand Prix at the Montmelo racetrack on June 12, 2009 in Montmelo, near Barcelona. AFP PHOTO / JOSEP LAGO (Photo credit should read JOSEP LAGO/AFP/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail