Acquisizione Audi - Ducati: ok dell'Unione Europea

Che AUDI stesse finalizzando l’acquisto di Ducati è una notizia risaputa e ampiamente pubblicizzata dalla stampa internazionale. Solo da pochi giorni però è arrivato anche l'ok definitivo da parte della Commissione Europea. Si tratta della seconda cessione di Ducati nell'arco di sei anni, infatti nel 2006 Texas Pacific Group decise di lasciare Borgo Panigale e gli subentrò Investindustrial di Andrea Bonomi.

Oggi, invece, è il turno di Ferdinand Piëch, patron del Gruppo Volkswagen, che può finalmente coronare uno dei suoi obiettivi più ambiziosi ed entrare da protagonista nel mercato delle due ruote. Un’operazione da circa 850 milioni di euro (inclusi i 200 di debiti di Ducati): questa la cifra sborsata dal Gruppo di Wolfsburg per acquisire il 100% della società e diventare così proprietaria di non solo di una delle aziende più importanti del settore, ma di uno tra i brand più rappresentativi del Made in Italy.

Il 3 luglio scorso l’Unione Europea ha abbattuto anche l’ultimo paletto burocratico: l’acquisizione di Ducati da parte di AUDI non ha “controindicazioni” legali e quindi ormai è fatta. Questa la traduzione della delibera dell’UE: “Dopo un’attento esame della notifica, la Commissione Europea ha concluso che questa operazione non è in contrasto con la Merger Regulation (che vigila sulle fusioni tra aziende, ndr)… Per questa ragione la Commissione Europea ha deciso di non opporsi alla suddetta operazione e di dichiararla compatibile con il mercato interno e con gli Accordi dell’EEA. Questa decisione è stata presa in applicazione dell’Articolo 6(1)(b) della Merger Regulation

Nessuna irregolarità quindi nei confronti della concorrenza e via libera per i tedeschi di diventare i proprietari di Ducati, azienda nata nel 1926, con 1100 dipendenti, 42000 unità vendute nel 2011, corrispondenti all’11% del mercato internazionale. E siccome l'appetito vien mangiando, pare che Volkswagen stia corteggiando il Gruppo Fiat per acquisire anche l’Alfa Romeo. Difficile fare previsioni, certo è che i tedeschi, quando acquistarono Lamborghini risollevarono dalla polvere uno dei brand più prestigiosi del mondo dell'auto. Ma è anche vero che le Rosse di polvere sulle carene ne hanno ben poca... Che ne pensate?

Vota l'articolo:
3.85 su 5.00 basato su 33 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO