MotoGP: Ducati Open solo per Hernandez. Tardozzi torna in Ducati ma non come team manager

Ducati attraverso Julian Thomas smentisce la possibilità di correre con 4 Ducati Open. A sepang i piloti Ducati proveranno la GP13 e la nuova GP14. Davide Tardozzi torna in Ducati come responsabile coordinamento organizzativo e logistico del Team Ducati MotoGP

Nei giorni scorsi si è fatto un gran parlare della possibilità che Ducati di schierare le proprie moto (le due ufficiali e le due satellite) in versione Open dalla prossima stagione con l'eventuale coinvolgimento, oltre che del team ufficiale, anche di quello satelline Pramac. Il team satelline Pramac ad esempio, che schiererà già una moto in versione Open affidata a Yonny Harnandez avrebbe potuto, o forse dovuto, schierare anche la seconda moto, affidata ad Andrea Iannone, in configurazione Open.

Secondo le voci diffuse la scorsa settimana, l'artefice della mossa Ducati Open sarebbe di Gigi Dall'Igna, neo Direttore Generale di Ducati Corse che ha già avuto modo di fare esperienza con l'Aprilia lo scorso anno. Aleix Espargaro (team Aspar) ha chiuso la stagione come miglior pilota CRT con una RSV4 derivata dal modello che corre nel Campionato Mondiale Superbike. Voci o non voci, Ducati, che non ha confermato l'interesse verso la categoria Open edc avrebbe prontamente smentito.

La smentita è arrivata da Julian Thomas, Press Manager Ducati, attraverso il sito BikeSportNews

“Ducati pensa che sia importante esplorare le potenzialità delle nuove moto della categoria Open, anche perché questo dovrebbe essere la direzione tecnica del Campionato MotoGP e per questo motivo ha deciso quest’anno di entrare con una Ducati Desmosedici GP13 in versione Open affidata a Yonny Hernandez del Team Pramac. Attualmente non ci sono ulteriori piani per quanto riguarda l’opzione Open e tutti gli altri piloti Ducati a Sepang proveranno sia la GP13 che la GP14.”

Confermata attraverso una nota il ritorno di Davide Tardozzi ma non come team manager. Davide Tardozzi torna infatti a collaborare con Ducati per occuparsi del coordinamento organizzativo e logistico del Ducati Team in MotoGP.. La nota della Casa di Borno Panigale:

Ducati Corse annuncia di aver raggiunto un accordo con Davide Tardozzi, che torna quindi a collaborare con la Casa di Borgo Panigale dopo quattro anni. Tardozzi, nato a Ravenna il 30 gennaio 1959, avrà un importante ruolo nel Ducati Team e si occuperà del coordinamento organizzativo e logistico della squadra italiana nel Campionato Mondiale MotoGP.

L'ex-pilota romagnolo ha ottenuto molti successi nella sua carriera come team manager Ducati in Superbike, collaborando con piloti come Fogarty, Bayliss, Corser, Toseland e Hodgson, e contribuendo alla vittoria di sette titoli mondiali piloti nel campionato riservato alle moto derivate di serie.

Davide Tardozzi riporterà direttamente a Paolo Ciabatti, Direttore Sportivo di Ducati Corse e Responsabile del Programma MotoGP Ducati, e ricoprirà il suo nuovo ruolo nel Ducati Team a partire dal prossimo test MotoGP di Sepang, previsto sul circuito malese dal 4 al 6 febbraio prossimi.

(nella foto la vignetta che abbiamo pubblicato nel 2010 dopo l'addio di Tardozzi alla Ducati)

  • shares
  • Mail