SBK, Razgatlioglu: “Forse all’ultimo weekend inizierò a pensare al Campionato”. Rea: “Qualcosa non è andato per il verso giusto”

Toprak Razgatlioglu fa doppietta a Jerez e si porta a 20 punti di vantaggio su Rea. Il turco, però, non vuole ancora pensare al campionato.

Con la doppietta di domenica 26 settembre, a Jerez, Toprak Razgatlioglu allunga sul Campione del Mondo in carica, Jonathan Rea, portandosi a 20 punti di vantaggio.

Il turco ha fatto i conti, in Gara 1, con Rea, riuscendo a prendere margine solo dopo il 14° giro, mentre in Gara 2, l’antagonista è stato il ducatista Scott Redding. Il pilota Yamaha, in entrambi i casi, ha saputo domare i due piloti più forti del Campionato Superbike, mostrandosi seriamente pronto a puntare al titolo.

“È stata una bella giornata dato che abbiamo migliorato la moto dando anche vita a una bella battaglia con Jonny e ho vinto. In Gara 2 abbiamo lottato con Scott e con le alte temperature l’anteriore scivolava. Scott negli ultimi giri era molto forte”

“Dico sempre che non guardo al Campionato; – ha aggiunto Toprak – apprendo ora di avere 20 punti di vantaggio. Semplicemente mi concentro su ogni gara e provo a vincere. Proverò a vincere a Portimao e forse all’ultimo weekend inizierò a pensare al Campionato. So che Jonny è molto forte e che tornerà a essere molto forte a Portimao ma continueremo a lottare per la vittoria”

L’obiettivo, per il prossimo round, in programma il prossimo weekend, in Portogallo, è quello di portare a 25 i punti di vantaggio sul “cannibale”.

Un secondo e un quinto posto per Jonathan Rea

Dall’altra parte, c’è un Jonathan Rea non certo soddisfatto della sua domenica andalusa. In Gara 2, Rea non è mai riuscito a stare al comando, perdendo posizioni sin da primo giro, finendo in sesta posizione, superato da Michael Ruben Rinaldi, Scott Redding, Andrea Locatelli e Alvaro Bautista, per poi toccarsi con Axel Bassani.

Alla fine, il nord-irlandese, è riuscito ad ottenere un secondo e un quinto posto:

“Qualcosa non è andato per il verso giusto. Dall’inizio non avevo grip e in entrata curva non avevo feeling in termini di trazione. Nel corso del weekend perfino in condizioni di caldo, quando volevo utilizzare questa gomma, in alcuni giri sono riuscito a essere molto veloce ma ho avuto del calo. Vediamo, analizzeremo tutti i dati. Lasciare Jerez con un secondo e un quinto posto, per certi versi, deve rendermi contento dato che in condizioni di gara per noi non è mai stata la pista migliore”.

Adesso, Rea punta immediatamente a recuperare il gap in classifica generale, incentivato anche dalla tappa di Portimao: il pilota Kawasaki, infatti, ha vinto ben 12 volte sul tracciato portoghese.

Fonte: worldsbk.com

Ultime notizie su Superbike

Cronaca, live timing e live blogging della gare Campionato Mondiale Motul FIM Superbike 2019 riservato alle moto derivate dalla serie. Superbike 2019 - calendario 1- Australia – Phillip Island Grand Prix [...]

Tutto su Superbike →