Qooder svela: anche lo scooter va igienizzato per evitare il contagio

Si, avete letto bene. Anche una moto o uno scooter necessitano della sanificazione, utile a combattere la diffusione del Coronavirus

qooder-drive-experience

Con la Fase 2 ripartono tante aziende, riaprono le concessionarie, ma servono i giusti protocolli di sicurezza: l'azienda svizzera Qooder, ha deciso di svelare il dietro le quinte della sanificazione, spiegando come sanificare un veicolo a due ruote.

Si, avete letto bene. Anche una moto o uno scooter necessitano della sanificazione, utile a combattere la diffusione del Coronavirus. A questo proposito, Paolo GagliardoCeo Qooder, ha dichiarato:

"Anche questo è un modo per trasferire i nostri valori, di marchio e di prodotto, ed allo stesso tempo la nostra grande attenzione al cliente"

Il metodo spiegato da Qooder non va a sostituire i protocolli sanitari ufficiali, ma può essere d'aiuto per capire come agire nel caso in cui si voglia sanificare un mezzo.


"Cominciamo dal fatto che quando il veicolo è perfettamente pulito e igienizzato nessuno deve più avvicinarlo. Quindi sarebbe bene usare come location un box chiuso piuttosto che un parcheggio aperto ad altri mezzi. Oltre a questa accortezza poi, è molto importante utilizzare sempre dispositivi di protezione usa e getta come copri manopole monouso, pellicole per leve freni, coprisella e tappetini usa e getta, da cambiare dopo ogni contatto con il veicolo." 



L'azienda svizzera raccomanda di utilizzare guanti monouso e mascherina, prima di procedere con il lavoro: si parte con le parti che si utilizzano maggiormente e, quindi, si toccano più frequentemente e si continua passando alle parti del mezzo solitamente utilizzate dal passeggero, anche se si viaggia da soli.

I prodotti da utilizzare possono essere quelli utilizzati per gli interni delle auto, da preferire quelli a base di alcol. Ottimi anche gli spray con etanolo, cloro o candeggina, ma che siano adatti ad un utilizzo di questo genere, in modo da non rovinare le plastiche. Da evitare prodotti come "Vetril" e simili (adatti alla pulizia del vetro) perchè troppo aggressivi per la pulizia dei materiali vinilici.

Il tutto dovrà essere accompagnato dall'utilizzo di carta o panni usa e getta.

  • shares
  • Mail