Mondiale Superbike: "Niente gare prima di giugno"

Il WSBK non ricomincerà prima di giugno: a confermarlo è Gregorio Lavilla, "boss" del Mondiale delle derivate di serie

Il Mondiale Superbike non ricomincerà prima di giugno. A confermare il sospetto di tutti gli addetti ai lavori è Gregorio Lavilla, ex pilota delle derivate di serie e ora "boss" del Campionato iridato: le gare di Assen, Imola e Aragon sono già state rinviate, e ora bisognerà valutare il da farsi anche in vista dei round successivi. "Voglio trasmettere la speranza che la situazione andrà migliorando nei prossimi due mesi" ha spiegato Lavilla ai microfoni di Speedweek "Non vogliamo posticipare una gara che potrebbe disputarsi nella sua data originale. Per il momento abbiamo cambiato tutti gli eventi per i prossimi due mesi".

"In questo lasso di tempo valuteremo cosa fare con Misano" ha proseguito lo spagnolo "'Ho un Pino B' sia per Misano che per Donington Park, agli inizi di luglio. Se per fine luglio con un po' di fortuna la situazione si sarà rilassata potremo continuare normalmente".

L'ex pilota catalano è sembrato piuttosto ottimista: la volontà è ancora quella di riuscire a disputare, in un modo o nell'altro, tutti e 13 i round originariamente in programma: "La mia intenzione è di fare in modo che si corrano tutte le gare" ha spiegato "Al momento dobbiamo ricollocare Assen, Imola e Aragon, trovando delle date alternative. Per Misano e Donington aspettiamo".

Almeno fino a metà giugno, dunque, i piloti del WSBK non torneranno a scendere in pista: nei prossimi giorni è probabile che Dorna renderà noto il nuovo calendario con gli ultimi aggiornamenti.

  • shares
  • Mail