Switch Motorcycles lancia la sua eScrambler

Un'avvenente scrambler elettrica da 150 km/h e con trasmissione finale a cinghia si appresta ad entrare in produzione nel 2022.

La Switch Motorcycles è un giovane produttore di motociclette elettriche fondato dal customizer neozelandese Matthew Waddick, ora trapiantato a Shanghai, che ha unito le sue forze a quelle del designer ex-Yamaha Japan Michel Riis per dar vita alla sua "opera prima", la decisamente avvenente eScrambler, modello che per ora rimane ufficialmente un concept ma che è stato progettato per essere subito "pronto per la produzione".

La eScrabler è spinta da un motore elettrico da 50 kW (67 CV) e si fa notare per la trasmissione finale a cinghia e un look dal gusto retrò estremamente leggero, pulito ed indovinato - cosa piuttosto rara nell'attuale panorama delle "elettriche" - un risultato convincente ma complicato da raggiungere per Riis, che ha speso ore lavorando con CAD alla ricerca delle giuste proporzioni.

Quasi tutte le sovrastrutture attorno all'imponente box-batteria in alluminio semi-anodizzato nero sono state realizzate internamente, inclusi il telaio (realizzato però in collaborazione con gli Ingegneri di Zero Motorcycles), telaietto posteriore in alluminio con relativa sella in pelle, ed il "finto serbatoio" che nasconde la maggior parte dell'impianto elettrico e dei cablaggi. I freni sono della J.Juan, i cerchi in alluminio da 18" e la forcella sono forniti da KTM mentre al posteriore prende posto un mono-ammortizzatore regolabile. Gli esclusivi gruppi ottici sono Full-LED a entrambe le estremità.

Anche il box-batteria da 11 kWh (estendibile a 13 kWh) è stato sviluppato per questo progetto dalla stessa Switch Motorcycles: utilizza celle fornite da Panasonic, promette un'autonomia attorno ai 150 km a piena carica e la sua architettura è coperta da brevetto. Sul lato prestazionale, è stata comunicata un'accelerazione 0-100 km/h in 3,2 secondi e una velocità massima di 150 km/h.

In termini di equipaggiamento elettronico, la eScrambler sfoggia inoltre un interessante sistema di monitoraggio Wi-Fi integrato, GPS, un elegante display digitale, tre Riding Modes, cruise contol, sistema di frenata rigenerativa, presa USB, ABS Bosch e altri gadget premium. E' invece ancora in via di sviluppo un sistema di ricarica rapida DC dedicato.

Come precedentemente accennato, la eScrambler di Switch Motorcycles è formalmente ancora un prototipo al momento e qualche suo dettaglio potrebbe ancora cambiare, ma le richieste per l'omologazione sono già state inoltrate e, se tutto andrà secondo i piani, entrerà in produzione nel 2022. Se volete seguirne le vicissitudini, tenete d'occhio il loro sito web o i profili Facebook e Instagram ufficiali.

  • shares
  • Mail