"Weekend fantastico" per Locatelli in Australia

Bottino pieno per il 23enne bergamasco alla sua prima apparizione nel Mondiale Supersport: "Il pacchetto a mia disposizione era ottimo!"

Ad Andrea Locatelli è bastato il primo round stagionale del Mondiale Supersport a Phillip Island per dimostrare al team Bardhal Evan Bros. Yamaha che ha fatto bene a puntare su di lui per riconquistare il titolo iridato di categoria, l'anno scorso vinto dal team italiano con l'esperto pilota svizzero Randy Krummenacher (poi passato in inverno al team factory MV Agusta).

Dopo aver conquistato una spettacolare pole position con tanto di record della pista, il 23enne di Alzano Lombardo ha ribadito la sua grande forma dominando la gara di ieri per vincere con quasi 6" di margine sul connazionale Raffaele De Rosa (MV Agusta Reparto Corse) ed il francese Jules Cluzel (GMT Yamaha), che lo hanno accompagnato sul podio.

Scattato bene dalla prima casella dello schieramento, Locatelli ha preso il comando delle operazioni già alla prima curva per lasciarlo solo al 9° giro, momento in cui è rientrato ai box per il cambio gomme obbligatorio previsto per la gara odierna. Una volta rientrato in pista, l'italiano ha riguadagnato subito la leadership della corsa per continuare a dettare un ritmo semplicemente insostenibile per gli avversari.

Approdato quest'anno in Supersport dopo lo sfortunato biennio con il team ItalTrans Racing in Moto2, Locatelli sembra quindi aver già trovato un ottimo feeling con la categoria e la sua nuova Yamaha YZF-R6, adornata con il suo tradizionale "numero di battaglia" 55. Nei suoi 7 anni di Motomondiale, il giovane bergamasco non è mai riuscito ad assaporare la gioia della vittoria, annoverando come miglior piazzamento 2 secondi posti in Moto3 con il team Leopard Racing nel 2016.

Una volta sceso dal podio, Andrea Locatelli ha commentato con queste parole il suo memorabile exploit in Australia:

"E' stato un weekend fantastico, del quale ancora fatico a rendermi conto: mi mancava vincere, è una sensazione bellissima! La gara non è stata facile, sia per le condizioni della pista, diverse dai giorni scorsi, che per l’obbligo del flag-to-flag. Devo ancora imparare alcune cose di questa categoria, ma credo di essere partito nel migliore dei modi."

"Il pacchetto a mia disposizione era ottimo, abbiamo lavorato nel modo migliore sin dalle prime prove libere ed mi sono sempre sentito a mio agio in momento passato in sella. Per questo voglio complimentarmi con la squadra, per tutto lo sforzo profuso sia in inverno che in questo weekend. Siamo tutti molto motivati e questo ci spinge a dare il massimo per vivere giornate come questa!"

  • shares
  • Mail