BMW R nineT "Devil Dog" by RSD

Il celebrato customizer americano Roland Sands firma su una bella reinterpretazione in chiave "militaresca" della "roadster" bavarese.

Una delle special più interessanti del prolifico customizer americano Roland Sands - ex-pilota poi fondatore e boss della famosa RSD (Roland Sands Design) - è questa elegante rivisitazione della BMW R nineT ribattezzata "Devil Dog", moto che non fa gridare al miracolo in termini di pura originalità ma certamente riuscita per quanto riguarda armonia degli elementi e attenzione ai dettagli.

"Devil Dog" era il soprannome che il Corpo dei Marines degli Stati Uniti aveva in Germania durante la I guerra mondiale, in tedesco "Teufelhunden", scritta che appare in bella evidenza sulla carenatura vagamente racing ma decisamente old school della moto, realizzata interamente in fibra di carbonio da RSD.

Le strisce nere che decorano il serbatoio, tipiche del periodo, richiamano esteticamente anche l'abbondante fibra di carbonio "a vista", utilizzata, tra le altre cose, per i lunghi condotti laterali delle prese d'aria e i parafanghi. Per fare da contrasto al nero ci sono vari elementi in color oro, tra cui spiccano in modo evidente le pedane RSD e le sospensioni Ohlins.

Questa muscolosa "Devil Dog", come comprensibile, sfoggia tanti componenti disegnati per la versatile roadster di BMW Motorrad estratti dal catalogo di Roland Sands Design, incluse la sella trapuntata, le cover motore e le leve di freno e frizione, oltre a tappi, protezioni e viteria assortita (sempre disponibili sul sito web ufficiale del popolare marchio "a stelle e strisce"). Ben fatto Roland!

  • shares
  • Mail