Moto Morini Corsaro Veloce "Monza" by XTR

L'instancabile customizer spagnolo Pepo Rosell ha appena sfornato una nuova e affascinante "one-off" sulla base della bella naked italiana

Le "creazioni" dello spagnolo Pepo Rosell sono certamente fra quelle più riconoscibili nel variegato mondo delle customizzazioni, e anche la sua ultima "opera" si mantiene fedele allo stile che ha reso famoso l'artista spagnolo e la sua XTR Pepo, da lui fondata dopo la fine dell'esperienza Radical Ducati nel 2014.

Da quando ha iniziato la sua attività nel 2015, XTR Pepo ha continuato a sfornare special "a pieno ritmo" nel solco di quanto precedentemente fatto da Radical Ducati, sfruttando la sua maestria nella customizzazione di moto di vari marchi ma mantenendo sempre una chiara preferenza per quelli di "matrice italica".

Un esempio in tal senso è proprio la recentissima "Monza", realizzata appositamente per un cliente tedesco sulla base di una Moto Morini non troppo d'annata: la Corsaro Veloce 1200 del 2009.

A differenza di molte altre moto griffate XTR Pepo, però, per questo progetto non si è andati a toccare l'architettura tecnica della moto originale in quanto sia il motore bicilindrico a V longitudinale (accreditato di 140 CV e 123 Nm di coppia) che la ciclistica (tra cui spiccano la forcella rovesciata Mazzocchi e le pinze Brembo) sono stati ritenuti già sufficientemente "prestanti" per le sue finalità.

Per dare alla "Monza" la desiderata postura taurina, il buon Senor Rosell ha provveduto subito ad accorciare l'avantreno e a fabbricare un nuovo telaietto posteriore per poi procedere nella realizzazione dell'azzeccata carenatura: la parte frontale, opportunamente modificata, è stata "prelevata" da una Suzuki RGV250, mentre il resto, inclusi il serbatoio (che sfoggia un elegante soluzione "a doppio tappo" della romagnola Fuchs Workshop) e lo squadrato codino (che ospita la batteria), è stato realizzato "in casa".

XTR Pepo ha appositamente realizzato numerose altre parti di questa moto, in particolare la bella piastra di sterzo in alluminio, il caratteristico doppio faro anteriore, il radiatore "racing" e il cablaggio, mentre altre parti, come le leve regolabili, arrivano direttamente dal suo catalogo accessori. Per lo scarico si è invece provveduto a connettere un collettore 2-in-1 Wolfman alle testate del motore e chiudere il tutto con un terminale Spark personalizzato.

Altri interventi di rilievo includono l'addizione di un paio di semi-manubri della FG Racing Systems, la verniciatura ad opera di Pintumoto e la fornitura delle decalcomanie "vintage" da parte di Dante. Sono invece rimasti inalterati dalla moto originale la strumentazione digitale/analogica e i blocchetti dei comandi al manubrio.

A noi questa Moto Morini Corsaro Veloce "Monza" by XTR Pepo piace molto: sarebbe bello avere la possibilità di accomodarsi sulla sua spartana sella e saggiarne le qualità, ma essendo un "pezzo unico" possiamo solo accontentarci di ammirarla da lontano grazie alle belle foto ufficiali di Sergio Cardeña Diaz.

  • shares
  • Mail