Ordinanza "anti-Vespa": a breve il via libera a Genova

I vespisti, quelli veri, saranno disposti a parcheggiare il proprio mezzo per passare ad un "quattro tempi ad iniezione elettronica"? 

Vietare la circolazione, in particolari zone della città, dei veicoli da Euro 2 in giù. Si può fare? Secondo l'amministrazione comunale di Genova, sì, con l'ordinanza anti-Vespa. Si attende solo il via libera della giunta comunale, ha spiegato il sindaco Bucci.

Non è una ordinanza troppo originale, visto che già altre città hanno adottato provvedimenti simili, ma il nome attribuito dall'amministrazione genovese fa pensare ad una guerra dichiarata allo scooter più iconico al mondo: il centro della città ligure è letteralmente invaso dalle due ruote e una buona parte è costituita dai due tempi Made in Pontedera, inquinanti e "mangia olio".

Una "guerra" rivolta, non solo alla Vespa, ma a tutti gli amanti di quel mezzo che ha fatto la storia della mobilità italiana e non, e che è diventato, oggi, un vero e proprio oggetto di design. Per di più l'amministrazione comunale ha fatto anche sapere che non sono previste deroghe dedicate ai mezzi più datati.

Il lato positivo della vicenda riguarda l'abbinamento di un bando per finanziare tutti quei cittadini che vorranno passare ad una moto o un'auto elettrica: tutto per avere una città più pulita e sostenibile. I vespisti, quelli veri, saranno disposti a parcheggiare il proprio mezzo per passare ad un "quattro tempi ad iniezione elettronica"?

Fonte: La Repubblica

  • shares
  • Mail