MotoGP: spavento per Joan Mir dopo un incidente a circa 300 km/h

Joan Mir ha perso il controllo della sua Suzuki durante i test di Brno, all'indomani della decima prova del Motomondiale, superando anche le barriere di protezione a bordo pista.

suzuki-joan-mir

Una caduta alla curva 1 del circuito di Brno a circa 300 km/h ha causato una contusione polmonare a Joan Mir, il giovane pilota spagnolo in forza alla Suzuki. Sarà sottoposto a 24/48 ore di osservazione dai medici dell'ospedale universitario di Brno.

Joan Mir ha perso il controllo della sua Suzuki del Team Ecstar durante i test di Brno, all'indomani della decima prova del Motomondiale, superando anche le barriere di protezione a bordo pista. Per lui i soccorsi immediati al Centro Medico del tracciato e poi subito in ospedale in elicottero. Alla fine, per lo spagnolo qualche livido e una contusione polmonare.


"Inizialmente non riuscivo a respirare"- ha dichiarato Mir dopo essersi ripreso dal trauma dello schianto.

Adesso dovrà osservare un periodo di riposo per rimettersi in forze e capire anche se potrà prendere parte al GP d'Austria. Nel frattempo si dice sollevato dal fatto che le condizioni siano migliorate rispetto a ieri. Joan ha subito voluto tranquillizzare tutti con una foto sui social che lo ritrae in ospedale, ma sorridente.


 











Visualizza questo post su Instagram



















 

Rider OK!! Gracias a todos por los mensajes!! Thanks to all of you for the messages!! @suzukimotogp


Un post condiviso da MIR36 (@joanmir36official) in data:


  • shares
  • Mail