SBK, Rea vola a Laguna Seca: "Sono super-soddisfatto!"

Il Campione del Mondo della Kawasaki sfrutta appieno la debacle di Bautista per allungare prepotentemente in classifica: +81 punti per lui

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) non ha mai rinunciato alla lotta per confermarsi Campione del Mondo della Superbike, neppure quando il rivale Alvaro Bautista (Aruba.it Ducati) imperversava su tutte le piste nel suo scoppiettante inizio di stagione, ma probabilmente neppure lui si aspettava di arrivare alla pausa estiva con ben 81 punti di vantaggio sullo spagnolo.

La maggior parte di questo gap, infatti è dovuta ai clamorosi risultati del round di Laguna Seca dell'ultimo weekend, con Rea capace di conquistare 2 vittorie e un secondo posto mentre lo spagnolo, di nuovo vittima di una serie di suoi errori, ha dovuto lasciare la California senza conquistare neppure un punto.

Dopo un lunga rincorsa, Rea aveva riconquistato la leadership del Mondiale SBK nel precedente round di Donington Park, presentandosi così a Laguna Seca con 16 punti di margine su Bautista e un grande desiderio di allungare ulteriormente sul rivale: il nord-irlandese della Kawasaki ha prima centrato la Superpole e la vittoria in Gara-1 al sabato, ripetendosi poi la domenica con la vittoria nella Superpole Race (con il nuovo record sul giro di 1:22.700) e il prezioso 2° posto in Gara-2 mentre lo spagnolo della Ducati consumava il suo harakiri.

Rea ha così portato il suo bilancio stagionale a quota 9 vittorie, 80 complessive in carriera, con 156 podi in totale, "numeri" che ribadiscono la sua grandezza e che gli permetteranno di dormire "sonni tranquilli" durante la lunghissima pausa estiva del Mondiale SBK che riprenderà il weekend del 6-8 Settembre a Portimao. Evidente la soddisfazione del britannico al termine del weekend:

"Se qualcuno mi avesse detto che sarei venuto qui a Laguna Seca a stabilire il nuovo record della pista e a vincere due gare, aumentando così tanto il mio vantaggio in classifica, probabilmente non gli avrei mai creduto, quindi è stato certamente un grande fine settimana per noi."

Ovviamente Rea avrebbe voluto chiudere il fine settimana di Laguna Seca con la terza vittoria, ma il 2° posto in Gara-2 dietro a uno scatenato Chaz Davies (Aruba.it Ducati) è un risultato comunque importantissimo per le sorti del titolo iridato 2019:

"Abbiamo apportato un piccolo cambiamento alla moto tra la gara Superpole e Gara-2, ma il mio feeling poi è stati completamente diverso, cosa che non ci aspettavamo. L'anteriore è diventato più instabile, mentre per tutto il resto del weekend eravamo stati molto forti sul davanti."

"La moto mi ha inviato piccoli avvertimenti in questo senso, quel tanto che bastava per farmi decidere di allentare un po' la presa e pensare di finire la gara, come abbiamo fatto. Sono semplicemente super-soddisfatto di questo fine settimana, e ho fatto il meglio che potevo in gara due: ora non vedo l'ora di godermi la pausa estiva."

  • shares
  • Mail