MotoGP: GPTech e Attack Performance 'wildcards' nei 3 rounds americani

Dopo aver ricevuto l'ok definitivo dalla Dorna, le squadre americane GPTech e Attack Performance Racing (ARP) hanno confermato che anche nel 2013 parteciperanno come wildcards con le loro rispettive CRT ai tre rounds su suolo americano previsti del calendario MotoGP 2013, ovvero i GP di Austin (21 Aprile), Laguna Seca (21 Luglio) ed Indianapolis (18 Agosto).

Nel 2012 il team GPTech ha partecipato al GP di Indianapolis con la prima CRT di sempre su base Suzuki (nella foto), con la quale Aaron Yates aveva conquistato il 16° posto finale in gara. Al momento non si sa chi sarà il fortunato pilota (o piloti) che sarà schierato dalla scuderia nei 3 appuntamenti sopra citati, ma novità in questo senso sono attese a breve.

Discorso analogo per APR, che lo scorso anno ha partecipato ai rounds di Indianapolis e Laguna Seca con una CRT su base Kawasaki ZX-10R affidata a Steve Rapp. Nel primo di questi due rounds Rapp non era riuscito a qualificarsi per il GP a causa di alcuni problemi tecnici che gli avevano impedito di raggiungere la fatidica soglia del 107% sul miglior tempo, rifacendosi poi con gli interessi un mese più tardi nel round californiano, centrando sia la qualificazione (22°, subito davanti a Yates) che un importantissimo punto mondiale in virtù del 15° posto sotto la bandiera a scacchi. Anche APR non ha al momento ancora rivelato il nome del pilota che prenederà parte ai 3 GP.

  • shares
  • Mail