EICMA 2018: nuova Honda CBR650R

Arriva sul mercato nel 2014 affiancata dalla versione naked CB650F e va a ricoprire quella fascia di mercato dedicata agli amanti delle sport-touring medie a 4 cilindri. La CBR650F di Honda si rinnova dentro e fuori nel 2017 ma la trasformazione vera e propria arriva adesso: ad EICMA 2018 arriva Honda CBR650R.

Quella "F" si trasforma in "R" ed eredita direttamente dalla sorella più sportiva Fireblade, lo stile pur non rinnegando le origini da sport-tourer. CBR650R riesce a coniugare le prestazioni, i consumi contenuti, i ragionevoli costi di gestione al puro divertimento alla guida, alle emozioni che solo un 4 cilindri può regalare in pista. Nuova CBR650R si rifà il look, adesso più sportivo, lascia intravedere qualche nudità (parliamo del motore), mentre il codino corto contribuisce ad esaltarne la nuova indole sportiva e "muscolosa" senza mai togliere comfort al passeggero.

Cambia anche la posizione di guida, più caricata sull'avantreno grazie ai nuovi semimanubri montati sotto la piastra di sterzo. L'equipaggiamento è di tutto rispetto: Honda mostra, infatti, il nuovo impianto Full-LED sul frontale e il display LCD a retroilluminazione negativa con indicatore di marcia e Shift-up per la cambiata ottimale.

Parlando di ciclistica e di dati tecnici, si nota subito una perdita di peso rispetto alla vecchia CBR650F (-6 kg): frutto di una rivisitazione approfondita del telaio, del serbatoio e della ciclistica in generale. Showa SFF (Separate Fork Function) a steli rovesciati da 41 mm la forcella, mono regolabile su 7 posizioni nel precarico e vincolato tramite bracci differenziati sul forcellone in alluminio l'ammortizzatore posteriore.

Troviamo due dischi flottanti da 310 mm con pinze radiali a 4 pistoncini all'anteriore, mentre il posteriore è assistito da un disco da 240 mm con pinza monopistoncino. Nuovi anche i cerchi che perdono una razza e si alleggeriscono del peso superfluo: ultraleggeri in alluminio pressofuso a 5 razze sdoppiate.

Giungiamo adesso al motore. Solito 4 cilindri in linea che gode, però, di qualche ritocco: nuovi il sistema di aspirazione, di scarico e la fasatura. Ne migliora il rapporto di compressione che consente così un erogazione di 95 CV (il 5% in più rispetto a CRB650F) e una spinta più vigorosa ai medi regimi con la possibilità di allungare fino ai 12.000 giri/min. Non finisce qui.

Una nuova frizione dotata di antisaltellamento e assistita, migliora la guidabilità (soprattutto quando si va a tirare il collo alla moto) e ne migliora il comfort, riducendo lo sforzo da applicare alla leva. Ad accrescere la sicurezza in sella, il sistema di controllo della trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control).

Colori disponibili? Grand Prix Red e Mat Gunpowder Black Metallic.


Honda CBR650R: scheda tecnica


Dimensioni
Lunghezza: 2.130 mm
Altezza sella da terra minima: 810 mm
Interasse: 1.450 mm
Peso in ordine di marcia: 207 Kg

Motore
Cilindrata: 649 cc
Tipo motore: termico
Tempi: 4
Cilindri: 4
Configurazione cilindri: in linea
Raffreddamento: a liquido
Avviamento: elettrico
Alimentazione: iniezione
Alesaggio: 67 mm
Corsa: 46 mm
Frizione: multidisco in bagno d'olio (anti-saltellamento)
Numero valvole: 16
Controllo trazione: Sì

Ciclistica
Telaio: a diamante in acciaio
Sospensione anteriore: forcella Showa SFF da 41 mm
Sospensione posteriore: monoammortizzatore regolabile nel precarico
Tipo freno anteriore: doppio disco
Misura freno anteriore: 310 mm
Tipo freno posteriore: disco
Misura freno posteriore: 240 mm
Misura cerchio anteriore: 17 pollici
Pneumatico anteriore: 120/70 R 17
Misura cerchio posteriore: 17 pollici
Pneumatico posteriore: 180/55 R17

  • shares
  • Mail