Rossi: "Sepang non è tra le nostre piste preferite"

Il pesarese della Yamaha affronta il GP di Malesia con il 2° posto in campionato nel mirino: "Ma in Australia ho perso dei punti importanti"

Dopo il poco entusiasmante 6° posto nel GP di Australia dello scorso fine settimana, Valentino Rossi (Movistar Yamaha) ha visto risalire a 15 punti il gap nel Mondiale MotoGP dal secondo posto detenuto da Andrea Dovizioso (Ducati Team), ultimo obiettivo di una stagione tutt'altro che memorabile per il fuoriclasse pesarese.

Il "Dottore" manca dal podio della Premier Class da ormai 7 Gran Premi, un digiuno decisamente importante per un pilota del suo rango e che lui stesso si augura di terminare nell'imminente GP della Malesia di questo weekend (clicca qui per orari e copertura TV), puntando forte anche sulla ritrovata competitività della YZR-M1 ("certificata" dalla vittoria del team-mate Maverick Vinales a Phillip Island).

La rincorsa del pesarese al 2° posto in campionato, quindi, è da ritenersi ancora aperta, come ribadito dallo stesso 9-volte-iridato prima di scendere in pista al Sepang International Circuit per i primi turni di libere:

"Purtroppo in Australia ho perso dei punti importanti per il campionato e per questo sono molto deluso, però sono anche contento per la vittoria di Maverick e, di conseguenza, per la Yamaha."

"Adesso dobbiamo concentrarci su questa terza e ultima gara del "trittico oltre-oceano" di Sepang: sarà certamente importante riuscire a fare un buon fine settimana e conquistare un buon risultato in Malesia."

"Noi dobbiamo semplicemente continuare a lavorare sodo perché dobbiamo riuscire a essere competitivi in ogni gara. Sepang non è una delle nostre piste preferite, ma cercheremo comunque di fare del nostro meglio anche qui per ottenere il miglior risultato possibile."

  • shares
  • Mail