Qatar, Rea: "La sicurezza viene prima di tutto"

Il Campione del Mondo si rammarica per la cancellazione dell'ultima gara della SBK 2018, ma accetta la decisione della Race Commission

Se tutto fosse andato secondo i piani, quella di ieri avrebbe dovuto essere un'altra giornata trionfale per il Campione del Mondo della Superbike Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team), già vincitore della Gara-1 del sabato a Losail e determinato a "concedere il bis" in Gara-2 per aggiungere un altro paio di prestigiosi record alla sua memorabile annata.

Purtroppo, invece, al pari dei suoi colleghi, il fuoriclasse nord-irlandese della Kawasaki non è potuto scendere in pista a causa del maltempo che ieri si è accanito sul Qatar.

Dopo la gara finale del Mondiale Supersport - che aveva incoronato Sandro Cortese (Kallio Racing) Campione del Mondo - la Direzione Gara ha infatti deciso di cancellare Gara-2 della classe regina per motivi di sicurezza, visto che sul tracciato persistevano a scorrere dei rigagnoli d'acqua molto pericolosi (una situazione affatto inedita, comunque, per l'impianto dell'emirato mediorientale).

Nonostante non abbia potuto rincorrere l'ultimo trionfo stagionale, che gli avrebbe regalato l'esclusività sul record assoluto di vittorie in una sola stagione, la vittoria colta da Rea venerdì gli ha permesso di arrivare a quota 17, numero che eguaglia il record stabilito da Doug Polen un quarto di secolo fa.

Dopo essere stato premiato "in giacca casual" sul podio di Losail per le premiazioni di rito, Jonathan Rea ha così commentato quanto successo ieri sotto i riflettori di Losail:

"Oggi la situazione era davvero complicata. Da un lato, è frustrante non aver potuto finire la stagione come previsto quando eravamo tutti già pronti per correre, ma d'altra parte le condizioni erano davvero difficili là fuori, specialmente alla curva 15."

"La situazione non ha mai dato segni di miglioramento, non sembrava aver intenzione di asciugarsi. Ogni volta che hanno provato a pulire la pista, l'acqua poi continuava a uscire dal letto di ghiaia."

L'asso della Kawasaki non ha poi mancato di dichiararsi dispiaciuto anche per il numeroso pubblico presente sugli spalti del Losail International Circuit:

"Mi rendo conto che la cosa è stata molto frustrante anche per i fans, perché stasera non hanno potuto godersi la gara della Superbike per cui sono venuti qui. Ma la sicurezza viene prima di tutto!"

"Ora possiamo guardare con più calma alla nostra stagione ed essere davvero orgogliosi dei nostri sforzi e di quello che abbiamo ottenuto. E visto che questa gara è stata annullata, possiamo anche dire di aver concluso la nostra stagione con una vittoria, quella di ieri. "

  • shares
  • Mail