MotoGP, Termas de Rio Hondo: la scelta delle gomme

Si avvicina il weekend del secondo round del Campionato del Mondo MotoGP.

MotoGP, Termas de Rio Hondo: la scelta delle gomme
Si avvicina il weekend del secondo round del Campionato del Mondo MotoGP. Il circuito argentino è pronto ad accogliere il circus del motomondiale, una delle piste più impegnative dell’anno a causa delle alte temperature e della forte abrasività del terreno.

Ben 4.806 metri di cui una buona parte con asfalto nuovo di zecca, una gatta da pelare sia per Michelin che per i team che non posseggono dati specifici della superficie da elaborare. Per questo motivo il fornitore ufficiale degli pneumatici ha optato per una diversa assegnazione delle Michelin Power Slick che prevede una quarta gomma.

All’anteriore i piloti avranno a disposizione una gomma con mescola morbida, due medie leggermente diverse tra loro e una dura, tutte simmetriche. Idem al posteriore con la differenza che la gomma dura sarà asimmetrica con la spalla destra più dura per affrontare al meglio le nove curve in quella direzione. Un’altra caratteristica da tenere sempre bene a mente sul circuito di Termas de Rio Hondo è il tempo piuttosto variabile. Per questo motivo il costruttore francese porterà due mescole morbida e media sia all’anteriore che al posteriore, tutte rigorosamente asimmetriche.

Questo quanto dichiarato da Piero Tramasso, Michelin Motorsport Two-Wheel Manager:

“Il circuito argentino ci ha fatto fronteggiare già numerose sfide nei 2 anni dove abbiamo corso qui. L'asfalto è normalmente molto caldo e abrasivo ma la pioggia può far calare le temperature di molto e dobbiamo essere pronti a tutto. A tutto questo va aggiunta l’incertezza sulle parti di circuito che sono state riasfaltate e non sappiamo bene quindi cosa aspettarci. È stato importante avere l’aiuto dello staff del circuito ma è comunque molto diverso dall’avere già i dati derivanti da gare precedenti o dai test. Per questo, quando Dorna ci ha chiesto di rendere nota la disponibilità dei pneumatici all'inizio della stagione, abbiamo chiesto di poter proporre ai team quattro diverse opzioni di gomme sia all’anteriore che al posteriore. Grazie all’esperienza accumulata dal nostro ritorno in MotoGP, crediamo di aver portato i giusti compounds per il circuito di Termas e speriamo di vedere dei tempi molto veloci durante questo week-end”.

  • shares
  • Mail