Honda: al lavoro su una naked sovralimentata?

Il colosso nipponico potrebbe davvero essere il prossimo costruttore a montare un supercharger sui motori dei propri modelli.

Secondo quanto riportato dal britannico Bike Social, potrebbe essere Honda il prossimo costruttore a lanciare sul mercato una motocicletta dotata di sovralimentazone.

Analizzando le ultime richieste di brevetto da parte della casa giapponese, infatti, sono emersi i disegni di una naked V-twin provvista di supercharger, chiaramente visibile tra i cilindri. Nonostante la sua presenza, il motore in sé appare comunque incredibilmente compatto, anche se al momento non è ovviamente dato conoscere la sua cubatura (presumibilmente tra i 600 e i 750 cc)

Il compressore sarebbe azionato dall'albero motore tramite due grandi ingranaggi intermedi e ha i condotti di aspirazione (63c nei disegni) e di scarico (134b) sopra di esso, con quest'ultimo che invierà l'aria pressurizzata a due corpi farfallati convenzionali (133).

honda-supercharger-4.jpg

Si tratta quindi di una configurazione volta a favorire la compattezza di un motore che presenta anche delle teste dei cilindri molto piccole, con quattro valvole ma un solo un albero a camme, soluzione simile a quella adottata sulla VFR1200 per ridurre al minimo gli ingombri. E dallo schema della moto intera (comunque priva di vari elementi quali luci, scarico, strumentazione etc), sembra avrà pure una funzione portante...

Al momento è comunque difficile formulare ipotesi su questo possibile nuovo modello, ma tutti i disegni del brevetto sono particolarmente dettagliati, indizio che Honda avrebbe intenzione di fare davvero 'sul serio' con il discorso della sovralimentazione. La forma finale che prenderà questa intenzione resta tutta da verificare.

Quel che appare certo è che l'approccio Honda si presenta piuttosto diverso da quella adottato da Kawasaki per la sua Ninja H2 - al momento l'unica moto sovralimentata proposta su una relativamente vasta scala - e che il frutto finale di questo progetto dovrebbe essere meno esclusivo (e costoso) della supersportiva di Akashi.

honda-supercharger-3.jpg

  • shares
  • Mail