Corteo per Biaggi ieri a Roma

Tifosi di Max davanti alla HondaQuelli che vedete nella foto sono alcuni componenti del Max Biaggi Fan Club che hanno scelto la strada della diplomazia e sono andati a protestare davanti alla sede della Honda di Roma.

Una delegazione del Fan Club guidata dal presidente Ernesto Ricci ha poi scelto di incontrare il manager europeo Carlo Fiorani per spiegare i motivi che li hanno portati ad organizzare la manifestazione di protesta nella capitale: "E' stata una decisione choccante per noi - ha sottolineato Ernesto Ricci - e siamo rimasti sorpresi che il licenziamento sia stato annunciuato a fine stagione, quando ormai era impossibile per Max trovare un'alternativa. Vergognoso."

Pesanti le accuse di Fiorani

"La Honda HRC ha sbagliato - ha ammesso Fiorani - e personalmente non ne condivido l'operato. Il nostro responsabile corse, Ishii, non doveva annunciare l'acquisizione di Pedrosa in anticipo e demoralizzare Biaggi già a metà stagione. Honda Europa non ha mai avuto una posizione dura con Biaggi, per noi Max poteva restare tranquillamente un pilota del team satellite spagnolo."

Honda ha anche ammesso le forti tensioni esistenti in seno alla squadra: "nell'ultimo periodo il clima era molto teso, abbiamo usato molta pazienza col pilota. Certo che Max ha un pò esagerato... è stato pesante, sopratutto in Turchia, al GP di Istanbul."

Le rivendicazioni del Fan Club

Molte le proteste da parte della delegazione del Fan Club: "secondo noi l'avete penalizzato tecnicamente, non è possibile che un campione come Max salga sul podio una gara e la gara successiva finisca dodicesimo. Sappiamo che oltre il quarto posto non è normale che scenda".

"Smentisco ogni sorta di complotto tecnico - ha replicato Fiorani - anche perchè siamo stati anche noi di Honda a fare una figuraccia. Abbiamo perso, e per il secondo anno. I tecnici che seguivano Biaggi sono stati regolarmente cazziati in Giappone ogni lunedì."

La polemica è scoppiata a fine stagione: "solo nel corso delle ultime trasferte extraeuropee la tensione è salita ed è stata maturata la decisione di non rinnovare la fiducia a Biaggi ma - ha concluso Fiorani - s'è trattato di una scelta che Honda Europa non ha condiviso".

I fan, che hanno in mente altre proteste, confidano ora nell'ipotesi Yamaha. assai meno in quella Suzuki, per rivedere Biaggi in sella nel 2006.
[via Quotidiano Sportivo]

  • shares
  • Mail
62 commenti Aggiorna
Ordina: