SBK 2017, nuove modifiche al regolamento

Aggiornamenti del regolamento dopo un incontro della SBK Commission tenutosi a Barcellona-Catalunya

start-sbk-2017.jpg

La Superbike Commission composta da Gregorio Lavilla (Direttore Sportivo del WorldSBK), Rezsö Bulcsu (Direttore FIM CCR) Takanao Tsubouchi (Rappresentante MSMA), in presenza di Daniel Carrera (Direttore Esecutivo del WorldSBK), Franck Vayssié e Paul Duparc (FIM), riunitasi nei giorni scorsi a Barcellona, ha deliberato alcune modifiche ai regolamenti del Campionato Mondiale Superbike & Supersport 2017.

Regolamento sportivo


Sono state apportate modifiche alla procedura di partenza, precisando che un pilota che cade o che ha alcuni problemi durante il giro di ricognizione deve raggiungere la pit lane in totale sicurezza seguendo le istruzioni dei funzionari. Ovviamente la Direzione Gara non è responsabile di assicurare che la moto e il pilota raggiungano la pit lane in tempo per iniziare la gara. Tuttavia saranno fatti tutti i ragionevoli sforzi per aiutare la squadra e il pilota. La moto verrà controllata in pit lane per motivi di sicurezza, dal Direttore Tecnico (o dal suo incaricato) che avrà l'autorità di consentire o meno di avviare (o riavviare) la moto.

Con la stessa filosofia, se un pilota cade durante una qualsiasi sessione di prove o sessioni di qualifiche e desidera tornare in pista, a discrezione dei marshall può rientrare e deve andare direttamente in pit lane. Il pilota con la sua moto è responsabile della sicurezza fino a quando non raggiunge la pit lane. Qui la sua moto verrà controllata, per motivi di sicurezza, dal Direttore Tecnico (o dal suo incaricato) che avrà l'autorità di consentire o meno di permettere il riavvio della moto.

Inoltre è stato chiarito che, nel caso di interruzione di una gara prima che un ride-through venga rispettato o notificato, e se c’è una seconda partenza, il pilota in questione sarà tenuto a rispettarlo nella seconda o successiva parte della gara.

In Supersport 300, in caso di ritiro di un pilota che avrebbe dovuto disputare tutta la stagione, un pilota qualificato potrà essere proposto dal team - e sarà successivamente approvato da FIM e Dorna – fino a un’ora prima del secondo turno di prove libere (mentre per le categorie SBK, Supersport e Superstock1000 si tratta di un’ora prima del terzo turno di prove libere).

Nel caso in cui una gara venga interrotta e la Direzione Gara sostiene che può essere riavviata, le condizioni della successiva partenza possono essere eseguite come segue:

-> Se la gara riavviata è interrotta quando sono stati percorsi due terzi (che devono essere almeno 5 giri) della lunghezza decisa, allora sarà considerata terminata e verranno assegnati i punti pieni in campionato.
-> Se la gara riavviata viene interrotta quando sono stati completati meno di due terzi della lunghezza decisa, la gara verrà riavviata in un secondo tempo, se possibile, per lo stesso numero di giri.

In caso di pioggia, dopo il giro di riscaldamento la procedura di partenza ritardata continuerà. Se la corsa è ritardata, ma non a causa delle condizioni meteorologiche, e le condizioni possono essere risolte rapidamente, verrà applicata la stessa procedura di partenza ritardata come in caso di pioggia.
Dopo di che, considerando che il problema non è correlato al tracciato, vorremmo iniziare la gara con una procedura rapida per risparmiare tempo.

Per i piloti di Superbike e Supersport è consentito partecipare ad eventi nazionali nel Campionato Nazionale. Tuttavia, partecipando parzialmente o integralmente alle sessioni ufficiali e alla gara di tale evento, sarà considerato come 1 (uno) giorno di prova solo nel numero limitato ai giorni di prove.
Invece i piloti dell’European Superstock, European Supersport e Supersport (300
Superstock Europei, Supersport Europei e Supersport (300), possono partecipare a qualsiasi evento nei vari campionati nazionali senza alcuna restrizione.

Regolamento tecnico


Nessuna decisione è stata presa con un’applicazione immediata. Tuttavia è stata discussa la possibilità che venga applicata la centralina elettronica unica in SBK nel 2018. La decisione finale sarà presa nelle prossime settimane.

  • shares
  • Mail