Yamaha VR46 Master Camp: day 2

Iniziata lo scorso mercoledì la full immersion scuola per talenti selezionati da Yamaha e dal team di Valentino Rossi.

Iniziata lo scorso mercoledì la terza edizione dello Yamaha VR46 Master Camp dove sei giovani rider di talento parteciperanno ad una full immersion di lezioni di guida e di fitness, pratica sullo sterrato e sull’asfalto, insieme all’approfondimento degli aspetti tecnici del mondo delle corse con maestri d’eccezione nelle vesti di allievi.

Dopo un primo giorno trascorso tra sedute in palestra e sessioni di Flat Track sulla pista del Motor Ranch di Tavullia, i giovani piloti hanno potuto seguire una lezione speciale di allenamento al simulatore con due insegnati unici come Andrea Migno e Luca Marini, mentre nel pomeriggio è stata la volta del “professore” Francesco Bagnaia a mostrare come prendere la giusta linea sul tracciato MiniGP del circuito Misanino KCE World Circuit Marco Simoncelli.

Un lavoro intenso proseguito nel pomeriggio con allenamento fitness, lezioni di gara al simulatore con Andrea Migno e di nuovo in pista con l’istruttore Bagnaia, sempre sul tracciato MiniGP dove le giovani promesse si sono sfidate a bordo di sei mini moto.

La piccola gara è stata vinta dal malesiano Muhammad Akid bin Aziz, seguito dall’indonesiano Anggi Setiawan e dal tailandese Peerapong Boonlert, un podio tutto asiatico che potrebbe profetizzare un cambiamento epocale nel mondo della MotoGP con nuovi rider pronti a dare battaglia ai piloti europei e non solo. Giovani e mai domi i talentuosi rider hanno poi proseguito in pista gareggiando a bordo di go-karts.

  • shares
  • Mail