Bulega a Motoblog: "Nel 2017 punto alla Top 5"

Il giovane talento dello Sky Racing Team VR46 è pronto per il suo secondo anno in Moto3: "Valentino Rossi mi ha detto di far meglio del 2016"

nicolo-bulega-2017-vr46-1.jpg

Si è svolta ieri al Talent Garden di Milano la presentazione ufficiale dello Sky Racing Team VR46 e noi ne abbiamo approfittato per intercettare e interrogare Nicolò Bulega sulla nuova stagione che sta per iniziare.

Il 17enne emiliano, già pilota della VR46 Riders Academy del 'mentore' Valentino Rossi, è entrato a far parte della squadra lo scorso anno dopo aver conquistato l'anno precedente il Mondialino Junior del CEV e la sua prima stagione completa nel Motomondiale, in Moto3, è stata certamente positiva, con il primo podio già alla quarta gara (2° a Jerez) e un settimo posto finale in classifica che non gli è però bastato per conquistare il titolo platonico di "Rookie of the Year", conquistato dallo spagnolo Joan Mir.

Il suo 2016 è stato caratterizzato da una partenza scoppiettante e un finale di stagione particolarmente sfortunato (3 ritiri nelle ultime 5 gare), ma l'esperienza accumulata - come ci ha confermato lui stesso - gli tornerà certamente utile in questa stagione.

nicolo-bulega-2017-vr46-3.jpg

Stai per iniziare la tua seconda stagione in Moto3 e ovviamente le aspettative nei tuoi confronti sono maggiori rispetto al 2016. Come ti sei preparato a quasta nuova stagione?

"Quest'anno mi sto impegnando molto sulla preparazione fisica: ho fatto palestra tutti i giorni senza mai saltare un allenamento. Credo però che, per essere in grado di lottare per il titolo, mi manchi ancora un altro step: devo migliorare nella guida, devo riuscire ad andare più forte e per questo devo sempre pensare di dover migliorare."

Quali piloti ritieni siano i favoriti per il titolo?

"Per il titolo direi che i favoriti sono Bastianini, Mir, Antonelli, Fenati, Migno, Canet... molti italiani, ma anche stranieri."

migno-e-bulega.jpg

E tu, al secondo anno, che obiettivi ti poni per il 2017?

"Finire il campionato nella Top 5, provare a conquistare qualche podio e, magari, vincere qualche gara."

Considerando le tue caratteristiche e quelle della moto, quali ritieni siano le piste a te più favorevoli e quali, al contrario, quelle più ostiche?

"Per il mio peso e statura, in Moto3 mi trovo meglio sulle piste con curvoni veloci, quindi senza ripartenze. Io soffro molto i tornantini con le ripartenze perché quando riapro il gas, ovviamente, io peso di più e quindi la mia accelerazione è un po' più lenta. Nei curvoni veloci, invece, riesco a essere molto rapido in centro curva e di conseguenza, in uscita, non perdo così tanto."

nicolo-bulega-2017-vr46-2.jpg

"Per questi motivi direi che, probabilmente, Phillip Island è la pista dove riesco ad esprimermi al massimo. Anche l'anno scorso mi sono trovato molto bene in Australia, ma devo dire che anche il Mugello, per le stesse ragioni, è una delle piste a me più favorevoli."

"Al contrario direi che l'Austria è una pista che non mi fa impazzire, così come il Sachsenring. E anche Austin: l'anno scorso ho fatto molta fatica su quella pista, forse perché era il primo anno, ma secondo me è la più difficile del Mondiale da imparare."

bulega-2016.jpg

Lo Sky Racing Team VR46 è tra i team più in vista e seguiti della Moto3. Avverti una particolare pressione per via di questo fatto?

"Non avverto la pressione... direi che ho più voglia di fare bene, mi sento più convinto e sicuro dei miei mezzi. Probabilmente sentono più pressione Antonelli, Fenati, Bastianini e Migno, piloti che corrono da più anni di me nel Motomondiale e che quindi sono chiamati a lottare per i primi posti. Tuttavia, ovviamente, ci proverò anch'io!"

Valentino Rossi ti ha dato qualche consiglio in particolare in vista della nuova stagione?

"Mi ha detto di fare meglio del 2016. L'anno scorso sono arrivato 7° in campionato, un risultato che, per essere il primo anno nel Mondiale, considero molto positivo. Far meglio di 7° vuol dire entrare nella Top 5, quindi spero di riuscire a fare dei buoni risultati."

bulega-2016-moto3.jpg

Oltre a Valentino ci sono altri piloti che ti hanno in qualche modo ispirato quando eri più giovane?

"... mah, non saprei. Vale è il pilota per cui tifo da sempre, sin da quando ero piccolo, e adesso che lo frequento lo ammiro ancora di più. Quindi direi solo Vale."

Come dicevi tu stesso poco fa, la tua corporatura non è esattamente la più adatta alla Moto3. Punti a raggiungere la Moto2 il prima possibile?

"Mi piacerebbe molto fare il salto in Moto2, non lo nego, credo che sarebbe una moto più adatta alle mie caratteristiche, ma so che per arrivarci devo fare bene in Moto3. Quest'anno quindi cercherò di impegnarmi al massimo per fare una bella stagione e poi magari passare subito alla Moto2."

sky-racing-team-vr46-2017-16.jpg

  • shares
  • Mail