Moto2: KTM e Oliveira svettano nel day 1 di Valencia

Bo Bendsneyder primo nella classe Moto3. Presenti anche gli italiani Fenati, Antonelli, Di Giannantonio, Bastianini

Miguel Oliveira ktm
Moto2 - Chiariamo immediatamente alcuni punti. E' vero, la pista era funestata da un vento fastidioso, i riferimenti sono stati piuttosto alti sul cronometro, e molti protagonisti della prossima stagione erano assenti. Tutto vero, come però il miglior tempo di Miguel Oliveira. L'ex rookie della classe intermedia, dopo aver passato l'inverno ad allenarsi a Portimao con una Yamaha R1, ha chiuso questo day 1 con il miglior tempo di giornata in 1'37.162. Un riferimento come detto piuttosto alto, ma comunque veritiero in base alle condizioni climatiche della giornata. Inoltre, è un monito per tutti: la KTM-WP può diventare una vera gatta da pelare per Kalex e per la rinnovata Suter.

Dietro il portoghese, ecco un rookie in piena regola: Fabio Quartararo in pista con la Kalex del team Pons lasciata libera da Alex Rins. Un vero e proprio stakanovista il giovane francese, che dopo 82 tornate chiude con circa un decimo di ritardo dalla vetta, precedendo il tedesco Marcel Schrotter, davanti a Ricky Cardus. Proprio quest'ultimo è sceso in pista in sostituzione di Brad Binder, ancora infortunato al braccio sinistro.

Infine citazione per il duo Pons: Axel ed Edgar. I tempi? Vietato saperli, avendo girato senza transponder.

Moto3 - Quella che una volta veniva chiamata ottavo di litro oggi - anzi da qualche anno oramai - è la Moto3, fucina di campioni in erba e sempre molto interessante per vedere exploit vari. Al termine del day1 il migliore è stato Bo Bendsneyder in 1'41.249. Il pilota dei Paesi Bassi ha chiuso con il riferimento cronometrico di 1'41.249, davanti al nostro Niccolò Antonelli e Fabio Di Giannantonio.

Lavoro di sviluppo e affinamento anche per Enea Bastianini, fresco dell'approdo nella compagine di Emilio Alzamora. Luci accese anche su Romano Fenati, neo portacolori del team Sniper. Presente anche il team SIC58 Squadra Corse. Non mancavano anche i piloti del team Leopard, Livio Loi e Joan Mir.

L'assente di lusso è stato invece il team SKY-VR46 che domani verrà presentato ufficialmente a Milano.

  • shares
  • Mail