Honda CBX 1000 Cafè Bobber: quando la custom si fa in sei

Il tipico motore della custom è il V-Twin ad aste e bilanceri? Forse si. Ma gli svizzeri di PB33 Designs hanno pensato di puntare molto, molto più in alto...

Il classico motore delle motociclette custom è senza dubbio il bicilindrico a V stretta, possibilmente made in USA. Questo tipo di propulsore, icona del motorismo yankee alla pari dei V8 automobilistici ad aste e bilanceri, è stato poi "replicato" anche dai marchi giapponesi, che hanno riproposto la medesima architettura sui modelli più "americaneggianti" in gamma.

Alettature ben in vista, cilindrata spesso esagerata e il caratteristico gorgoglio che esce dai tubi di scarico aperti: nonostante le cubature notevoli non si tratta quasi mai di motori particolarmente prestazionali, ma di certo il V-Twin è il simbolo più evocativo della custom culture. C'è chi dice che la sua voce abbia dato il nome anche un genere musicale -l'heavy metal- che si ispirerebbe proprio a quel "suono di metallo pesante" che romba dalle marmitte delle Harley Davidson... ma qui entriamo nella leggenda.

Ma come sarebbe una custom con un motore che invece dei soliti due cilindri, ne avesse ben sei? Come sarebbe se, invece del borbottio possente a cui siamo abituati, emettesse un suono più simile a quello di una vecchia Formula 1 d'epoca? Qualcuno ci ha pensato, ed è nata la Honda CBX 1000 Cafè Bobber.

Costruita dagli svizzeri di PB33 Designs, questa custom fuori dagli schemi ibrida i classici stilemi delle cafè racer con quelli delle bobber, molto in voga ultimamente come testimoniato dalla presenza di motociclette di questo tipo nei listini di Guzzi e Triumph.

Basata sulla mitica esacilindrica dell'Ala Dorata prodotta a cavallo tra gli anni '70 e '80, questa special fa del suo mastodontico propulsore un vero e proprio segno distintivo. Con una potenza di un centinaio di cavalli e la zona rossa a circa 10.000 giri, dimenticavi le custom con il rumore... "da trattore" e il fondoscala a 6000 rmp.

Con i suoi 1047 cc, il propulsore a 6 cilindri della CBX dovrebbe riuscire a spingere questa Cafè Bobber a oltre 220 km/h.

Dotata di forcelle Ohlins e impianto frenante Brembo, questa particolare special è caratterizzata da un telaio tubolare costruito artigianalmente, in modo da ospitare al meglio -e in posizione molto bassa- quella scultura di metallo che è il 6L made in Tokyo.

Nessuna delle special su base CBX 1000 passa propriamente inosservata, è vero: ma questa è decisamente molto, molto singolare...

  • shares
  • Mail