Triumph Street Scrambler 2017: dati, foto e video

Triumph presenta al Salone EICMA di Milano la nuova Street Scrambler 2017

Triumph Street Scrambler 2017 - Dopo aver presentato al Salone Intermot di Colonia la nuova Triumph Street Cup 2017, la Casa di Hinckley espone in anteprima al Salone EICMA di Milano la nuova Triumph Street Scrambler 2017.

La nuova retrò all-terrain della casa di Hinckley sostituisce l'iconica Scrambler lanciata nel 2006, compiendo un netto passo avanti nella categoria. Lo stile ricalca quello della progenitrice, arricchendolo di finiture superiori e accattivanti dettagli: inconfondibilmente Bonneville, la nuova nata è caratterizzata da un'estetica spiccatamente vintage che evoca il design delle mitiche moto degli anni '70.

L'impostazione soft-fuoristradistica le dona un aspetto davvero accattivante: i cerchi maggiorati, il doppio scarico alto in acciaio inossidabile spazzolato, il paramotore nero e il manubrio largo simile a quello delle enduro ne fanno una moto dal look al contempo elegante e minimalista, quasi da tracker.

Ovviamente grande cura è stata dedicata anche ai più piccoli particolari: la doppia sella a coste effetto Alcantara con cuciture a contrasto, la staffa del faro anteriore in alluminio, i fianchetti laterali che richiamano le tabelle portanumero delle moto da gara sono solo alcune delle chicche che impreziosicono questa Street Scrambler.

Disponibile in tre livree (Jet Black, Matt Khaki Green, Korosi Red/Frozen Silver), questa Triumph è ampimente personalizzabile grazie a un richissimo catalogo di accessori che conta oltre 150 componenti.

Ciclistica, Freni ed Ergonomia


triumph-street-scrambler-2017-32.jpg

Il telaio è quello della Bonneville da cui deriva, ma il comparto ciclistico è stato ottimizzato per farsi sì che la Street Scrambler non sia costretta a fermarsi quando l'asfalto finisce. Forcella anteriore e ammortizzatori posteriori sono stati sviluppati per garantire il migliore controllo del mezzo anche in fuoristrada, mentre i cerchioni a raggi misurano ora 19" e 17". Gli pneumatici di serie sono Metzeler Tourance.

L'impianto frenante composto da un disco singolo anteriore, è prodotto dalla Nissin ed è dotato di ABS. La posizione di guida è stata rivisitata per assicurare un maggiore controllo e un comfort più elevato: la sella è stata notevolmente abbassata rispetto al modello precedente.

Motore


triumph-street-scrambler-2017-19.jpg

Il propulsore è quanto di più british si possa desierare: è il bicilindrico parallelo High Torque da 900 cc, dotato di distribuzione a 4 valvole per cilindro, raffreddamento a liquido e manovellismo a 270°. La coppia erogata è di 80 Nm, trasmessi alla ruota posteriore da una trasmissione a 5 rapporti con frizione a coppia assistita.

Gli intervalli di manutenzione sono cresciuti a 16.000 km, mentre emissioni e consumi sono stati ridotti grazie ad alcuni accorgimenti come l'adozione dell'acceleratore elettronico ride-by-wire. In esclusiva per l'Europa sarà disponibile anche una versione depotenziata, guidabile con patente A2.

Tecnologia


triumph-street-scrambler-2017-16.jpg

Un notevole passo avanti è stato fatto da questa Triumph in termini di dotazione tecnologica. Contrariamente al passato della casa inglese, il ricorso all'elettronica è notevole sulla nuova Street Scrambler: non solo i già citati ABS (disinseribile) e il ride-by-wire, ma anche un traction control e un immobilizer Thatcham con transponder integrato nella chiave di accensione.

Sotto la sella è presente una presa USB per poter ricaricare i dispositivi mobili, mentre la strumentazione digitale assicura un gran numero di info utili tra cui numero di giri, marcia inserita, autonomia residua, consumi medi e istantanei, data e ora.

Accessori e Personalizzazione


triumph-street-scrambler-2017-15.jpg

Come le altre moto della gamma Modern Classic di Triumph, anche la Street Scrambler strizza l'occhio agli amanti della personalizzazione. Sono infatti ben 150 gli accessori presenti nel catalogo ufficiale che vi permetteranno di personalizzarla a vostro piacimento: si va da quelli che ne accentuano il carattere off-road a quelli che invece vi permetteranno una guida ancora più confortevole.

Tra i primi troviamo gli ammortizzatori Piggy Back Fox regolabili su ben 24 livelli nel precarico e nello smorzamento in compressione, la griglia del faro anteriore e il traversino manubrio in alluminio forgiato. Per aumentare la praticità nella guida di tutti i giorni, invece, sono disponibili le manopole riscaldate, il cavalletto centrale in acciaio, una presa di alimentazione ausiliaria, barre paramotore e il kit per il fissaggio del cupolino.

Se invece volete esaltare lo stile della vostra Street Scrambler, potete optare per la sella special o gli specchietti vintage da montare all'estremità del manubrio. Volete più sound? Per donare una voce più possente al vostro twin c'è l'impianto di scarico Vance&Hines.

  • shares
  • Mail