SIC Supermoto Day: beneficenza nel ricordo di Simoncelli a Latina

Un evento che partendo dallo show celebra il ricordo di Simoncelli con una raccolta fondi per beneficenza.

A poche settimane dal quinto anniversario della sua scomparsa, che ha lasciato delle rughe nel cuore degli appassionati, al kartodromo internazionale “Il Sagittario” di Latina si celebrarà nel migliore dei modi il ricordo di Marco Simoncelli, con lo show motoristico “SIC Supermoto Day”, che unisce generosità, agonismo e spettacolo.

Questa manifestazione benefica, in programma dal 26 al 27 novembre, nasce dall’impegno organizzativo di Federico Capogna, con l’obiettivo prioritario di raccogliere fondi per la Fondazione Marco Simoncelli, che sostiene e promuove progetti di solidarietà e cooperazione, al fine di onorare al meglio la memoria del giovane asso del motociclismo mondiale prematuramente scomparso nel 2011 a Sepang. Tutto questo facendo divertire gli spettatori, nel solco dello spirito gioviale del pilota di cattolica. Ecco le parole di Capogna:

Dunque Federico, si torna al passato riproponendo la fortunata formula del Supermotard?

Si, torniamo al supermotard, una specialità che sicuramente riuscirà a coinvolgere più piloti e poi quest’anno con la nuova formula di gara che permetterà a tutti di correre con i Top Rider, e con delle limitazioni in fatto di gomme e il nuovo regolamento, ho cercato di abbassare il livello competitivo della manifestazione.

Latina, alla fine, dopo il successone di avvio, la sfortunata seconda edizione e la terza senza eccessi, sembra la location ideale per questa bellissima manifestazione di gare e solidarietà?

Sì lo è, mi assumo le mie responsabilità della scelta dello scorso anno di aver cambiato location e tipo di gara, pensavo che Latina fosse ormai inflazionata dopo tre anni, però devo riconoscere che è la location giusta per questa manifestazione, visto anche il meteo che quel periodo può riservarci.

E' evidentemente ancora presto per parlare di un programma di eventi, ma sarà ugualmente un weekend ricco come ci hai abituato nelle precedenti edizioni?

Certamente, stiamo mettendo su diversi eventi, e come al solito il pubblico non si annoierà di certo.

Dopo Misano 2015 hai deciso di tornare al Supermotard, i top riders quale delle due specialità preferiscono di più?

Qui ritorno sulla decisione che mi aveva convinto a spostare la gara a Misano e cambiare disciplina, il Flat è molto spettacolare e mi ha facilitato sulle moto per i top rider, poiché tutti più o meno hanno una moto e si allenano con il Flat, con il Supermotard ho sempre il problema di reperire le moto per i top rider. Ai piloti piacciono entrambe le specialità, entrambe spettacolari.

Chi sono i big del motociclismo che più apprezzano questo tuo immenso sforzo organizzativo e ti agevolano nella pianificazione?

Ci sono dei Big che sento regolarmente durante tutto il corso dell'anno e parliamo dell’edizione che verrà, e loro sono molto partecipi, tengono molto a questa gara, qualcuno mi ha chiamato per capire quando facevo la gara e cercare di liberarsi dai molti impegni che hanno a fine stagione, tra test e impegni con sponsor non hanno molto tempo libero, ma hanno sempre e comunque la volontà di partecipare al SIC. Vedremo alla fine delle oversize che stanno correndo adesso.

La Fondazione Marco Simoncelli è ancora parte attiva in questa nuova edizione pontina?

Ricordo che l’anno scorso sul podio a Misano, Paolo Simoncelli mi disse "però, Latina aveva il suo fascino", e quest’anno quando gli ho detto che avrei voluto continuare mi ha detto: se lo fai a Latina hai il mio ok. E comunque, la Fondazione ci appoggia anche perché deve autorizzarci a titolare l’evento.

  • shares
  • Mail