Rimac Greyp G12H: e-bike da 240 km di autonomia

L’azienda croata non si accontenta e cerca di alzare l’asticella della sua e-bike: autonomia elevata e prestazioni top

Rimac è un produttore conosciuto per le sue auto elettriche di lusso dalle elevate prestazioni e dopo aver presentato il suo primo modello due ruote, la Greyp G12, non si è fermato più. Da poco sul sito ufficiale è possibile pre-ordinare la G12H, l’ultima loro e-bike, che promette prestazioni da record per quanto riguarda l’autonomia del mezzo grazie ad un pacco batterie doppio rispetto al precedente modello, l’esagerata G12S che permetteva di raggiungere i 70 km/h con un’autonomia di 120 km.

Ritroviamo quindi la filosofia di una vera e propria via di mezzo tra una bici convenzionale ed una moto. Sospensione anteriore Rock Shox a steli rovesciati, forcellone scatolato, motore elettrico da 16 cv posto nella ruota posteriore e pacco batterie concentrato nella parte centrale. La G12H pare più una bici per l’utilizzo cittadino non solo per l’autonomia elevatissima di 240 km ma anche per la decisione di limitare la velocità massima a 45km/h e di dotare la bici di un comodo portapacchi posteriore integrato con il design generale. Resta da conoscere il prezzo di quello che sicuramente sarà un modello esclusivo, visti anche i circa 8000 euro necessari per la precedente G12S.

  • shares
  • Mail